Terminazione mobile, in arrivo una sforbiciata sulle tariffe

AGCOM

Lo annuncia Calabrò: "Faremo tagli sensibili". Il nuovo schema sarà presto sottoposto a consultazione. E riguardo all'asta delle frequenze Lte il presidente dell'Authority puntualizza:  "E' necessaria una legge"

di P.A.
Il presidente dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Corrado Calabrò si aspetta una "decisa diminuzione" delle tariffe di terminazione a conclusione del processo di aggiornamento che sta finalizzando.

"La previsione tecnica è di una riduzione molto sensibile delle tariffe di terminazione per il mobile, e quindi, per effetto della concorrenza, dei prezzi finali ai consumatori", ha detto Calabrò intervenendo al Consumer Forum. "Ieri - ha aggiunto Calabrò - abbiamo esaminato lo schema sulle tariffe di terminazione fissa che ora va in consultazione”

Le tariffe di terminazione sono i prezzi che vengono riconosciuti agli operatori che ricevono la chiamata. Calabrò ha spiegato che la procedura di revisione delle tariffe non è ancora conclusa.

Per quanto riguarda l'asta per l'assegnazione delle frequenze Lte, Calabrò ha ribadito che "per mettere a gara le frequenze abbiamo bisogno di una legge". "Non aspetteremo invece la legge - ha aggiunto - per approntare uno schema con le regole di gara. Vogliamo essere pronti con questo schema in tempo per la legge di stabilità".

16 Novembre 2010