Da S&P "prospettive positive", rating confermato B+

WIND

L'agenzia Standard & Poor's ha annunciato di aver rivisto le prospettive su Wind Telecomunicazioni, che passano da "stabili" a "positive", confermando il rating sul debito di lungo termine a B+. In riferimento al bond da 3,2 miliardi di euro - lanciato dalla compagnia di tlc per rifinanziare un debito da 3,86 miliardi che maturerà fra il 2011 e il 2014 - il rating assegnato è BB con un livello di recupero stimato a 2 (70%-90% di possibilità in caso di default).

All'origine della revisione dell'outlook, spiega l'agenzia, il profilo di maturità del debito di Wind e i solidi risultati operativi della compagnia. "Riteniamo che le prospettive di credito di Wind trarranno vantaggio dalla crescita della liquidita'" sottolinea l'analista di S&P Patrizia D'Amico per la quale "nei prossimi cinque anni Wind dovrebbe avere un modesto peso di ammortizzamento del debito con la prima concreta scadenza nel 2017 per 1,52 miliardi".

S&P ipotizza un upgrade del giudizio su Wind nei prossimi 18 mesi. Alla luce dell'acquisizione di Wind - assieme agli altri asset di Weather - nel gruppo Vimpelcom, per l'agenzia "l'integrazione della compagnia in una entità più forte dal punto di vista finanziario dovrebbe rafforzare il suo profilo di credito".

17 Novembre 2010