Da Acer cinque anti-iPad: obiettivo il 10% di share

MERCATO

Due computer-lavagnetta avranno sistema Android, gli altri Windows 7. Ma l'azienda si spinge oltre e presenta Touchbook, il concept con doppio schermo

di Patrizia Licata
Cinque tablet per conquistare il mercato hitech a più rapida crescita del momento: Acer ha presentato nel corso di un evento tenuto in un locale di Soho a New York la sua prima linea di “tablet personal computer”, di cui tre saranno in vendita a febbraio 2011 e avranno sistema operativo Microsoft, mentre gli altri due, con piattaforma Android, arriveranno nei negozi ad aprile.

I tre tablet Windows (e chip Amd) hanno schermi da 7 fino a 10,1 pollici, mentre i due tablet Android (basati sulla nuova release del sistema di Google chiamata Honeycomb,ottimizzata per dispositivi dalle dimensioni maggiori degli smartphone) sono uno da 7 inch e con processore Qualcomm, l’altro da 10,1 pollici con chip Nvidia. I prezzi, secondo quanto anticipato da Jim Wong, senior corporate vice president e president of It products global operations di Acer, dovrebbero variare da 299 a 699 dollari. Il tablet da 7 pollici, pensato per chi viaggia, costerà probabilmente 399-499 dollari, mentre quello da 10 inch (più per le famiglie) avrà un prezzo compreso fra 399 a 899 dollari. Il tablet Android costerà fra 399 e 649 dollari, secondo Jenda Chen, director of product management di Acer.

Pur non avendo fornito dettagli sui carrier che distribuiranno i tablet e lo smartphone, il presidente e Ceo di Acer, l’italiano Gianfranco Lanci, ha dichiarato che l’azienda sta lavorando con diversi operatori, non solo per i tablet appena annunciati ma anche per quelli di prossima generazione. Con quasi 19 milioni di "lavagnette" vendute nel mondo quest’anno e 54,8 milioni attese nel 2011, Acer pensa sia il momento giusto di entrare sul mercato: Wong si aspetta che l’azienda arrivi a un market share del 10% il prossimo anno.

“Il trend che vediamo è chiaro: la gente vuole avere a disposizione i contenuti digitali preferiti nel momento esatto in cui li desidera”, ha detto Lanci. “Quindi servono oggetti differenti con formati differenti. Puntiamo su processori di vario tipo, da quelli più tradizionali per pc a quelli Qualcomm per il mondo mobile, e su sistemi operativi differenti. E lanciamo anche un concept totalmente nuovo: un prodotto dual screen full touch, con la stessa usabilità di un normale pc e insieme i vantaggi del touch”.

Acer ha infatti annunciato a New York anche uno smartphone da 4,8 pollici con sistema operativo Android e microprocessore Qualcomm e un nuovo pc touchscreen da 14 pollici chiamato Iconia Touchbook, con processore Intel. Da chiuso sembra un notebook, ma aperto è un tablet con due schermi full touch, basato su Windows 7 ma con un’interfaccia personalizzata per aiutare la "user experience" basata sul tocco. Il sistema ha una funzione di riconoscimento intelligente del touch: ad esempio quando si posano le due mani sullo schermo inferiore automaticamente si attiva la tastiera virtuale, multitouch. Altri gesti attivano altre funzioni, come il software per gestire il multimedia (foto, audio e video). Alcune icone supplementari affiancano quelle standard di Windows per agevolare lo spostamento delle finestre o lo scambio tra un display e l'altro. Questo prodotto sarà lanciato negli Usa e in alcuni Paesi europei già a dicembre e nel resto del mondo a gennaio, a un prezzo di 1.499 euro.

24 Novembre 2010