Il digital traveller (in aereo) mette in moto la rivoluzione

IL PAGINONE

Eraldo Baluci (Sita) annuncia i progetti dell'era mobile

di Mila Fiordalisi
“L’innovazione è un moto con­tinuo che ci circonda e ci av­volge constantemente tutti i giorni. Questo è ancor più vero nel mondo del trasporto aereo”. Eraldo Baluci Vice President Sales & Relationship Management South Euro­pe di Sita, azienda numero uno al mondo per le soluzioni Ict destinate all’unverso aeroportuale, accende i riflettori sul futuro prossimo venturo che vedrà protagonista il cosiddetto “digital traveller”. L’azienda, che ha da poco festeggiato i 60 anni di attività, ha tenuto a battesimo lo scorso gennaio il lancio di OnAir, il sistema che consente l’utilizzo della telefonia mo­bile a bordo degli aerei. E si prepara ora a spingere fortemente l’acceleratore sul “pe­dale” mobile per consentire l’erogazione da parte di aeroporti e compagnie aeree e la fruizione da parte dei viaggiatori di nuovi servizi via telefono cellulare.
Il digital traveller. Cioè?
La possibilità di collegarsi a Internet at­traverso il cellulare consente già agli utenti non solo di cercare informazioni circa i loro viaggi ma anche ad esempio di confrontare le migliori offerte. Ma è su servizi ancor più evoluti che si sta concentrando l’attenzio­ne del settore. Pensi ad esempio a servizi, già in parte disponibili, che consentono di effettuare il check-in via cellulare e di ricevere via sms tutte le informazioni sul proprio volo. E presto sarà possibile pianificare interi itinerari gestendo via cellulare preferenze quali la selezione del pasto o il tipo di camera in albergo. E si potrà anche effettuare i pagamenti in totale mobilità grazie alle piattaforme di mobile ticketin. E e anche in qualità di piattaforma per l’intrattenimento di bordo. Di fatto si potrà viaggiare con il solo passaporto e il telefono, si abbatterà il tempo di attesa in coda presso i banconi del check in e di imbarco per una esperienza aeroportuale più rilassata. Un vantaggio non da poco soprattutto per l’utenza business, sempre di corsa.
E quali sono i vantaggi per le compa­gnie aeree e aeroportuali?
Molti. I viaggiatori digitali danno alle compagnie aeree ed agli aeroporti l’op­portunità di aumentare il loro fatturato, migliorare il servizio al cliente nonché l’efficienza dei servizi. Queste tecnolo­gie mobili consentiranno agli aeroporti, linee aree e passeggeri di essere connessi tra loro per un periodo molto più lungo dell’attuale, offrendo all’industria del tra­sporto aereo di rafforzare la relazione con i propri clienti. Stiamo già sperimentando servizi mobili che includono pagamenti elettronici, selezione del posto a sedere durante il check-in, uso del telefono co­me cartella di viaggio, per conservare ad esempio, carta d’imbarco, visto, ricevuta del bagaglio, Frequent Flyer data, formati per l’immigrazione, etc. E poi stiamo la­vorando sulla massima automazione delle procedure di imbarco e del tracciamento dei bagagli, sullo sviluppo di piattaforme o applicazioni ad uso specifico, su servizi di geo-localizzazione, comunicazione di tipo walkie-talkie e sistemi di intrattenimento a bordo dell’aereo. Il seme del cambiamento è stato piantato diverso tempo fa e adesso le prime compagnie che si appresteranno a raccogliere saranno quelle che ne bene­ficeranno di più.
Come sta andando il vostro busi­ness?
È sempre crescente l’interesse di utiliz­zare i servizi e le innovazioni della Sita per servire altri settori di mercato con simili esigenze più o meno vicine al settore del trasporto aereo. Tutto questo fa parte della nostra missione. Noi gestiamo soluzioni di business per il mondo del trasporto aereo, il suo indotto e per la pubbliche ammni­strazioni sul più grande network di tele­comunicazione del mondo. Lavorando a stretto contatto con l’industria del trasporto aereo innoviamo e sviluppiamo soluzioni di Information Technology e Telecom­municazione attraverso ogni aspetto del business.

04 Maggio 2009