Nokia in difficoltà con l'E7: tutto rimandato al 2011

SMARTPHONE

Il debutto sul mercato del nuovo smartphone era atteso in concomitanza con la stagione natalizia ma i problemi legati alla user experience hanno costretto a posticipare i tempi come già per l'N8. Ma l'azienda si difende: "Lavoriamo per garantire un prodotto di alta qualità"

di Patrizia Licata
E’ rinviata la vendita dello smartphone Nokia E7: prevista per l’ultimo trimestre di quest’anno, la casa finlandese ha allungato i tempi a inizio 2011, dicendo di voler lavorare ancora per garantire una perfetta user experience.

Il produttore numero uno al mondo di cellulari manca così l’importante stagione delle vendite natalizie con quello che dovrebbe essere un prodotto di punta, ma il portavoce Doug Dawson non ha voluto rilasciare dettagli su come le vendite di Nokia potranno essere influenzate dall’assenza dell’E7 nei negozi a Natale.

Il gruppo oggi guidato dal chief executive Stephen Elop aveva annunciato a inizio autunno un’intera gamma di nuovi smartphone basati sulla versione aggiornata del sistema operativo Symbian, tra cui appunto l’E7. La speranza di Nokia è che il nuovo set di device la aiuti a recuperare quote di mercato nel segmento dei terminali mobili di fascia alta. La concorrenza negli smartphone è infatti sempre più agguerrita, non solo da parte di Apple iPhone, ma anche di altri produttori come Samsung che vende device basati sul sistema operativo di Google, Android.



Gli esperti del settore dicono che per riguadagnare market share Nokia deve offrire un’interfaccia utente semplificata e device più accattivanti, portandoli sul mercato più rapidamente. Il ritardo nel lancio dell’E7, che ha un touch screen da 4 pollici e una tastiera Qwerty slide-out, per un prezzo di 495 euro, non va nella giusta direzione, notano gli investitori, già frustrati dall'attesa per lo smartphone N8, già sul mercato, ma arrivato anche in questo caso dopo alcuni rinvii.

15 Dicembre 2010