Lg, investimenti record su smartphone e tablet

STRATEGIE

Il gruppo sud-coreano punta al rilancio mettendo sul piatto 18 miliardi di dollari per il 2011: il 70% andrà al consumer electronics

di Patrizia Licata
Potenziamento delle attività chiave nell’elettronica, tra cui smartphone, tablet computer e schermi piatti di ultima generazione: Lg spenderà così quasi il 70% della somma accantonata per gli investimenti il prossimo anno (18 miliardi di dollari in tutto, un record per l’azienda sud-coreana).
 La decisione di puntare su questi settori è un chiaro tentativo di bilanciare le perdite nel business dei cellulari della divisione Lg Electronics e di entrare in nuove aree a forte crescita.

"Lg investirà 21.000 miliardi di won il prossimo anno per rafforzare il suo dominio di mercato nei nuovi settori di crescita e per sostenere il suo core businesses", ha dichiarato il gruppo in una nota ufficiale. Gli investimenti programmati per il 2011 sono di circa l’11,7% più alti di quelli messi in cantiere per il 2010.
 Dei 21.000 miliardi di won sud-corani previsti, 4.700 (anche qui una cifra record) saranno investiti in ricerca e sviluppo, sempre per rafforzare la presenza nel ramo elettronica.

Essendo arrivata col suo Optimus sul mercato degli smartphone in ritardo rispetto alle rivali (tra cui Apple iPhone e Samsung Galaxy S), la divisione cellulari di Lg ha riportato nel terzo trimestre 2010 un calo delle vendite del 32% - la peggior performance trimestrale di vendita della sua storia. A settembre, l’ex chief executive di Lg Electronics, Nam Yong, si è dimesso a causa delle prestazioni deludenti del suo ramo d’azienda, sostituito dal primo ottobre da Koo Bon-joon, membro della famiglia che ha fondato il gruppo Lg.

20 Dicembre 2010