Galateri: "La banda larga straordinario potenziale per la ripresa delle Tlc"

IL FUTURO

Il presidente di Telecom Italia guarda al futuro del comparto con ottimismo. E accende i riflettori sui benefici per il sistema Paese derivanti dalla diffusione del broadband e dalla realizzazione delle nuove reti: "Più efficienza e produttività per imprese e PA"

di P.A.
“Credo che se si guarda al titolo, alla redditività che dà il dividendo, ai contenuti patrimoniali dell’azienda, ci sia spazio di rivalutazione”. Lo ha dichiarato il presidente di Telecom Italia Gabriele Galateri di Genola, parlando dell’andamento in Borsa di Telecom a margine della presentazione dell’Istituto italiano di tecnologia del Politecnico di Torino.

“Vedo un potenziale di rivalutazione per le tlc straordinario - ha aggiunto poi il presidente - grazie allo sviluppo della banda larga e ultralarga che può portare efficienza alla pubblica amministrazione e produttività alle imprese”.

Nel frattempo, la nuova offerta a 100 Mega di Telecom Italia in sei città  (Roma, Milano, Bari, Catania, Venezia e Torino) è ancora ferma ai box. Il nuovo stop, secondo quanto riportato ieri da Milano Finanza, di certo non dispiacerà a Fastweb, che in questo modo ha la possibilità di incrementare il proprio vantaggio temporale su Telecom e conquistare una buona fetta della clientela premium. La domanda a questo punto è: quando arriverà la decisione sui 100 Mega di Telecom ? Anche se le questioni vengono affrontate separatamente dall'authority, il disco verde all'offerta super-broadband è legata in qualche misura alle nuove regole che il Garante dettera' sulla rete di nuova generazione. Ieri il consiglio dell'authority ha dato il via libera a un documento di consultazione che sarà pubblicato nei prossimi giorni e che dovrebbe finalmente dare le prime chiare indicazioni sulla linea che intende seguire Calabrò nella regolamentazione della rete Ngn.

13 Gennaio 2011