At&t teme Verizon e torna all'offerta unlimited

IPHONE

Per scongiurare il churn rate verso l'avversario che da febbraio venderà l'iPhone, il carrier Usa ci ripensa sul pay per use e ripristina la flat senza limiti

di Patrizia Licata
At&t mette in campo tutte le armi a sua disposizione pur di evitare di perdere clienti a favore di Verizon Wireless, che da febbraio le farà diretta concorrenza vendendo l’ambito Apple iPhone. Per questo il carrier americano ha deciso di permettere ad alcuni dei suoi attuali abbonati iPhone di passare da un piano dati basato sull’utilizzo a un piano senza limiti, come riportato dall’Associated Press. At&t non ha confermato quanto riportato dall’Ap, limitandosi a dire che “gestisce i clienti individualmente”.

Secondo l’agenzia di stampa, l’offerta di At&t riguarda i suoi utenti dello smartphone Apple che erano abbonati da prima di giugno 2010 e che avevano inizialmente un piano dati illimitato ma sono poi passati a tariffe basate sul consumo.

A giugno scorso, infatti, At&t ha cominciato a proporre, accanto al vecchio piano dati senza limiti a 30 dollari al mese per gli smartphone, quello basato sull’utilizzo: 15 dollari al mese per 200 Mb di dati, 25 dollari per 2 Gb e 10 dollari al mese in più per ogni Gb extra. Gli abbonati At&t esistenti non sono stati obbligati a passare al nuovo piano dati a consumo, ma quelli che hanno comprato il nuovo iPhone4 hanno dovuto firmare per forza un contratto basato sull’uso. La nuova proposta di At&t riguarderebbe dunque non gli abbonati di iPhone4 ma tutti gli altri (iPhone3 e altri modelli di telefoni intelligenti) che avevano il piano senza limiti prima di giugno 2010 e l'hanno abbandonato: ora possono chiederlo di nuovo.

Una mossa, secondo l’Ap, pensata per ridurre il più possibile il churn rate verso Verizon, che non solo venderà l’iPhone ma ha già detto che offrirà piani dati illimitati a 30 dollari al mese – almeno all’inizio, perché poi anche Verizon passerà alle tariffe a fasce di consumo.

28 Gennaio 2011