Vodafone, rete mobile a 40 Mb. Da marzo in 16 città

VODAFONE ITALIA

Per la prima volta in Italia copertura di rete con tecnologia Hpsa+ ad altissima velocità. Roma e Milano capofila. Bertoluzzo: "Prepariamo il futuro con la rete di 4G". Intanto arrrivano a quota 28 le località raggiunte dalla banda larga nell'ambito del progetto 1000 Comuni

di P.A.
Vodafone Italia è il primo operatore ad avviare la copertura di rete mobile a 43.2 Mbps (Megabit per secondo) con tecnologia HSPA+ (High Speed Packet Access) a Roma e Milano ed, entro marzo 2011, in 16 principali città italiane.

Il lancio coinvolge in anteprima una selezione di clienti privati e aziende, in vista del lancio commerciale previsto per aprile 2011, con le nuove Internet Key realizzate per questa tecnologia.
I clienti Vodafone potranno cosi navigare sul web beneficiando di un incremento delle prestazioni dei servizi disponibili sia in download che in upload, accedendo ad esempio a contenuti audio-video anche in alta definizione (HD), e migliorando la fruizione di servizi interattivi, grazie ai tempi di risposta ulteriormente ridotti.

Nel corso dell'incontro con la stampa è stata effettuata una dimostrazione delle potenzialità offerte dalla rete mobile di quarta generazione, realizzando una connessione dati con tecnologia Lte (Long Term Evolution) che permetterà di fornire prestazioni comparabili a quelle delle reti fisse, garantendo inoltre un miglioramento significativo in termini di efficienza energetica.

"Per potenziare le nostre tecnologie dall'evoluzione del 3G fino all' Lte - dice l'amministratore delegato Paolo Bertoluzzo - investiremo mezzo miliardo" che si va ad aggiungere al già annunciato piano da 1 miliardo di euro per il progetto 1000 comuni.

Progetto "1000 Comuni"

Va avanti in parallelo il progetto "1000 Comuni", avviato a dicembre da Vodafone Italia, l’unico operatore privato ad investire in modo massiccio per coprire le zone del Paese ancora in digital divide, accelerando il piano di investimenti da 1 miliardo di euro per portare la banda larga via radio in tutta Italia.

Dall’avvio dell'iniziativa sono giunte, attraverso il sito www.1000Comuni.vodafone.it, segnalazioni per oltre 1500 Comuni e già 28 sono le località raggiunte dalla Banda Larga di Vodafone: Pallare (SV), San Pietro Viminario (PD), Noepoli (PZ), Suni (OR), Santa Domenica Vittoria (ME), Formignana (FE), Cancellara (PZ), Novara di Sicilia (ME), Faeto (FG), Merana (AL), Priero (CN), Castel Sant'Angelo (RI), Turano Lodigiano (LO), Gessopalena (CH), Limosano (CB), Greci (AV), San Pietro di Morubio (VR), Prasco (AL), Palmariggi (LE), Sciolze (TO), Tinnura (OR), Apricale (IM), Perinaldo (IM), Palazzuolo sul Senio (FI), Moruzzo (UD), Ossago Lodigiano (LO), Magreglio (CO), Fiesse (BS).

Con il progetto ‘1000 Comuni’ cittadini, piccole aziende, artigiani e commercianti possono beneficiare, sia all’interno delle abitazioni e degli uffici che in mobilità, di una connessione ad internet ad almeno 2Mbps. Le comunità locali coperte dall’iniziativa “1000 comuni” possono accedere ai servizi di comunicazione elettronica e di Pubblica Amministrazione digitale e diffondere la propria cultura e tradizione anche al di fuori dei confini locali.

“Su Internet abbiamo un impegno preciso: arrivare a tutti e ovunque – ha detto Paolo Bertoluzzo, amministratore delegato di Vodafone Italia - L'evoluzione della banda larga è un elemento centrale per lo sviluppo dell'economia e della società. Oggi raddoppiamo la velocità di trasmissione della nostra rete a Roma e a Milano e, parallelamente, prepariamo il futuro con la rete di quarta generazione (Lte) ‪per offrire ai nostri clienti una infrastruttura di eccellenza che consenta di sfruttare appieno le opportunità dell'economia digitale. Procede intanto con determinazione il progetto 1000 Comuni – ha concluso Bertoluzzo – per coprire ogni giorno un Comune italiano privo di accesso alla banda larga: un lavoro impegnativo premiato dall’entusiasmo di cittadini e Pubblica Amministrazione locale, che hanno accolto l’arrivo della banda larga come occasione per valorizzare le potenzialità del territorio".

L'offerta 100 Mb di Telecom Italia

"L'offerta di 100 Megabit presentata da Telecom è irricevibile". Così Paolo Bertoluzzo, ad di Vodafone Italia, secondo cui l'offerta "non dà la possibilità di essere replicata". Inoltre l'ad di Vodafone Italia fa notare che il prezzo mensile richiesto al cliente è di 47 euro a cui "bisogna aggiungere Iva, i costi di attivazione e di gestione". "Se la visione di Telecom - conclude Bertoluzzo - è che il cliente dovrebbe pagare 70 euro al mese per avere la fibra, credo che abbiamo un problema".

Tavolo banda larga


I lavori del tavolo per la banda larga promosso dal ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, "procedono come previsto", ha detto il numero uno di Vodafone, aggiungendo che "Il tavolo Romani da qualche settimana è in fase operativa e si sta preparando un business plan".

Il dossier Metroweb


"Stiamo osservando, come altri e non c’é nulla da aggiungere", dice l’ad Paolo Bertoluzzo, ricordando che "abbiamo sempre detto che nella partita per la fibra vogliamo esserci". "Credo sia una partita importante", sottolinea Bertoluzzo. Dopo le indiscrezioni circa un interesse di Telecom e una sua offerta insieme a Intesa Sanpaolo per Metroweb, Bertoluzzo commenta: "sarebbe un’iniziativa di concentrazione fatta da un monopolista e andrebbe, credo, vagliata da Antitrust sia in Italia che in Europa".

28 Gennaio 2011