Crack Eutelia, processo al via. 800 lavoratori si costituiscono parte civile

LA VERTENZA

Alla sbarra gli ex manager Samuele e Isacco Landi, imputati di bancarotta fraudolenta. Intanto Tiscali si prepara per rilevare gli asset di rete

di P.A.
È iniziato davanti alla IV sezione penale del Tribunale di Roma il processo per il crack di Eutelia, società specializzata nella gestione di call center, e la cessione del ramo IT ad Agile-Omega.

Sul banco degli imputati, per il reato di bancarotta fraudolenta, ci sono gli ex manager Samuele Landi e Isacco Landi. Più di 800 lavoratori si sono costituiti parte civile.

Il processo è stato aggiornato al 23 maggio prossimo.

Nei confronti di Samuele Landi, nel luglio dello scorso anno, il gip, su richiesta del pm Giuseppe Cascini, emise un'ordinanza di custodia cautelare. In quella occasione furono arrestate sette persone tra cui l'imprenditore Antonangelo Liori, ex direttore del quotidiano L'Unione Sarda. Per questi altri si procederà a parte.

Secondo l'accusa, il fallimento della società Agile avvenne attraverso operazioni finanziarie speculative operate tramite il Gruppo Omega. Nell'ordinanza del gip Elvira Tamburelli si legge che i manager “concorrevano a cagionare il dissesto della società con una pluralità di azioni dolose, tra loro coordinate e orientate alla spoliazione di Agile”.

Per i pm di piazzale Clodio, Samuele e Isacco Landi, in concorso con gli altri per cui si procede separatamente, avrebbero distratto “la somma complessiva di euro 11.179.989 a favore di soggetti fisici e giuridici riconducibili al gruppo Omega spa”.

Tiscali studia un’offerta per la rete di Eutelia, l’infrastruttura che il gruppo di tlc in amministrazione straordinaria metterà presto sul mercato. Tiscali potrebbe presentare un’offerta subito dopo la pubblicazione del bando.

L’azienda di Renato Soru “avrebbe individuato sinergie con la società della famiglia Landi”. “Tiscali conferma di guardare con interesse alla definizione di questo bando di gara”, fa sapere il gruppo. L’interesse c’è, si attende il bando, che in un primo tempo era previsto per fine novembre, ma c’è stato uno slittamento.

Fra i pretendenti alla rete di Eutelia non c’è solo Tiscali. Il dossier da mesi è sul tavolo di Mark De Simone, ex top manager di Cisco Systems, che ha costituito la newco Cloud Italia insieme con Pier Giorgio Rossi, già in Olivetti. Con loro ci potrebbe essere il fondo turnaround Atlantic Capital. Contatti informali li avrebbero presi anche Fastweb, France Telecom e Deutsche Telekom.

31 Gennaio 2011