Cresce la fibra ottica in Europa. In sei mesi +18% di abbonati

FTTH

Ftth Council Europe: utenti fiber to the home a quota 3,9 mln. Sul podio Lituania, Svezia e Norvegia

di F.M.
La seconda metà del 2010 ha rappresentato un momento di forte crescita per le reti in fibra ottica in termini sia di edifici cablati sia di abbonati. A tracciare il quadro l’ Ftth Council Europe in occasione della  Conference di Milano. Oggi in Europa sono quasi 3,9 milioni gli abbonati fiber-to-the home (Ftth) - 8,1 milioni compresa la Russia - con una crescita del 18% in soli sei mesi (luglio-dicembre 2010).
La graduatoria, che indica in quali paesi è più alta la penetrazione della fibra ottica, vede sempre al primo posto la Lituania, seguita da Svezia, Norvegia, Slovenia e Slovacchia.

Nella seconda metà del 2010, la Turchia è entrata nella classifica dimostrando di essere uno dei mercati più dinamici. SuperOnline – sussidiaria di Turkcell, il più grande operatore di telefonia mobile del paese -- ha lanciato i servizi su fibra ottica alla fine del 2009 raccogliendo circa 200.000 abbonati nel primo anno. L'operatore punta a raggiungere 1 milione di abitazioni con la propria rete Ftth entro la fine del 2011.

Portogallo e Lettonia hanno guadagnato posizioni nella graduatoria. Il numero di abbonati alla fibra ottica in Lettonia è quasi triplicato grazie al programma di potenziamento avviato dal primo operatore Lattelecom, la cui rete ora copre più di un terzo delle abitazioni del paese. In Portogallo, sono tre gli operatori che stanno lavorando per conquistare nuovi abbonati al mercato Ftth: l'incubent Portugal Telecom, la cui rete tocca 1 milione di abitazioni, l'operatore alternativo Sonaecom e l'azienda di cablaggi Zon Multimedia.
La Russia resta un mercato a parte. Il paese ha mostrato il più alto tasso di crescita in valore assoluto, raggiungendo 895.000 nuovi abbonati in sei mesi.

"La fibra ottica sta diventando davvero un fenomeno internazionale – commenta Chris Holden, presidente di Ftth Council Europe - Nella seconda metà del 2010, la Turchia è stata il 18° paese a entrare a far parte della Classifica Ftth per l'Europa. I mercati emergenti sono estremamente dinamici e spesso entrano direttamente nelle posizioni alte della classifica, superando i mercati più maturi dell'Europa del nord e dell'ovest. Sta diventando sempre più evidente che le principali economie, come Germania, Spagna e Gran Bretagna, hanno bisogno di dare un'accelerata o rischiano di restare indietro".

09 Febbraio 2011