California, tempo di tagli. Via metà dei cellulari statali

DISINVESTIMENTI

Il neo eletto governatore Jerry Brown decreta il ritiro di 48mila dei 96mila telefonini concessi ai dipendenti pubblici. Dalla manovra atteso un risparmio di 20 milioni di dollari all’anno. Brutto colpo per Verizon Wireless e Sprint Nextel che detengono la maggioranza dei contratti

di Elisabetta Badolisani
Tempo di tagli in California. Il neo eletto governatore Jerry Brown decreta una drastica diminuzione dei 96mila cellulari aziendali concessi alla pubblica amministrazione. Ben 48mila cellulari verranno quindi ritirati, una manovra che potrebbe far risparmiare 20 milioni di dollari all’anno.

Tutto rientra in un ampio piano di disinvestimenti, dall’istruzione e welfare alle “auto blu”, del valore di 12,miliardi di dollari, concepito per sanare un deficit statale di 25 miliardi.

Il 72enne Democratico Brown ha espresso la sua perplessità riguardo l’effettiva necessità di rimborsare le telefonate del 40% degli impiegati statali, limitando dunque questo privilegio ai dipartimenti con mansioni esecutive e legandolo a contratti a tempo indeterminato o lungo termine.

Un brutto colpo per Verizon Wireless (la telco nata da un accordo tra Verizon Comunication e Gruppo Vodafone) e Sprint Nextel (una delle maggiori al mondo) che detenevano la maggioranza dei contratti telefonici.

Per giustificare i tagli, Brown ha promesso ai suoi contribuenti che la pressione fiscale non salirà di molto. Bisogna però dire che i dati relativi alla California sono piuttosto contradditori: alto tasso sulle vendite e sul reddito personale, poco remunerativo a causa della dilagante disoccupazione, mentre sono tra le più basse d’America le imposte di proprietà e quelle sulle attività imprenditoriali.

La decisione, osservano i media Usa, ha fatto fare un balzo sulla sedia a molti giovani bloggers, cresciuti a pane e tecnologia. Tra loro, c’è chi non ha esitato a definirlo il gesto di un “old dude”, materializzando così il terrore di un “tuffo nel passato” come aveva definito la sua elezione Il Sole 24 ore (Brown infatti è già stato Governatore della California nel 1970).

I più si interrogano su quanto inciderà l'operazione sulla produttività dei dipartimenti tagliati fuori, dato che nelle grandi realtà aziendali, cellulari e smartphones sono considerati strumenti di lavoro a tutti gli effetti.

Perfino in Italia, per esempio, non è peculato o abuso di ufficio usare il cellulare aziendale per uso personale se si tratta di un utilizzo minimale rispetto al totale.

Si tratta però di un trend generale dell’amministrazione pubblica, preoccupata dall’ampliarsi delle bollette telefoniche. In una città come Corpus Cristi, Texas, la bolletta mensile constava di 500 pagine per 900 cellulari almeno fino all’ottobre scorso, quando questi sono stati dimezzati a 450. Colpevole anche l’assidua frequentazione dei social network; ma se in tutto il mondo strutture pubbliche e private hanno introdotto proxy bloccati, la California non è andata troppo per il sottile. Siamo assuefatti dagli strumenti tecnologici o sono veramente indispensabili? Jerry Brown ha fatto una scelta molto netta: vedremo gli effetti.

15 Febbraio 2011