Kaspersky: "Le minacce informatiche corrono sugli smartphone"

MOBILE SECURITY

Con la Mobile Security 9 telefonini "blindati" da virus e furto di dati. La release supporta anche Android e Blackberry

di Patrizia Licata
Le minacce informatiche cominciano a colpire anche gli smartphone come i Pc e rendono necessari prodotti di sicurezza sofisticati e ritagliati su misura per i device mobili, in grado di proteggerli non solo da malware e spam ma anche da furto e smarrimento o sguardi indiscreti. Gli specialisti di security rispondono con prodotti avanzati, come Mobile Security 9, la versione aggiornata del prodotto per device mobili disegnata dagli specialisti di Kaspersky Lab proprio per offrire funzionalità di security più sofisticate agli smartphone.

La grande novità di Kaspersky Mobile Security 9 è il supporto per Android e BlackBerry, oltre alle piattafome Symbian e Windows Mobile (esclusa però la versione 7). Inoltre, evolvono le precedenti performance del prodotto: lo smartphone è ulteriormente protetto da malware e spam, si possono bloccare le telefonate e gli sms non desiderati (anche creando delle liste nere), nascondere contatti e files che si desidera tenere non in vista, localizzare il device in caso di smarrimento (con lo strumento Gps Find) e monitorare le attività mobili, mentre in caso di furto e sostituzione della sim card, il telefono si blocca e il proprietario viene immediatamente avvertito. Gli utenti che usano i sistemi operativi Symbian o Windows Mobile possono anche proteggere i files con una password e crittandoli. Infine, la funzionalità Parental Control permette di limitare i numeri cui il telefono può accedere e di controllare le chiamate, proteggendo i minori.

Il supporto di quattro sistemi operativi mobili rende Kaspersky Mobile Security 9 una soluzione di security quasi completa (manca solo l'iOs di iPhone all’appello), ma per Eugene Kaspersky, l’esperto di computer security che ha fondato la società, è il sistema operativo di Google ad avere tutte le carte in regola per conquistare il dominio del mercato, riducendo Apple e BlackBerry a player di nicchia. “C’è solo una compagnia, un sistema operativo che segue la strategia Microsoft degli Anni ‘90", quando il suo Os per computer Windows è diventato predominante sui Pc, afferma Kaspersky.
 "Credo che se Apple, BlackBerry e Microsoft non modificheranno la loro strategia avremo molto presto una situazione analoga sui sistemi operativi mobili”, ha dichiarato ai giornalisti presenti al Mobile world congress di Barcellona.

 Secondo Kaspersky, Android potrebbe conquistare anche l’80% del mercato smartphone; Apple e Rim si divideranno ciascuna il resto con il 10%.

Android ha preso il posto della piattaforma da sempre sostenuta da Nokia, Symbian, come primo sistema operativo per smartphone alla fine del 2010 e, come noto, Nokia è subito corsa ai ripari alleandosi con Microsoft. Ma Kaspersky è scettico: “Non penso che avranno successo, forse Nokia spingerà Microsoft ad aprirsi di più”. Una chiusura che caratterizza anche Apple e il suo iOS 4 per iPhone, che infatti il nuovo Mobile Security 9 non supporta per le limitazioni imposte dall’azienda della Mela. "Quando Steve Jobs vorrà che i suoi utenti abbiano sicurezza high-end sull’iPhone, lo faremo”, ha commentato Kaspersky.

15 Febbraio 2011