Zte "firma" i servizi multimediali di Tiscali

PARTNERSHIP

Sarà la società cinese a realizzare la piattaforma Ims che permette la convergenza fisso-mobile. Il Dg dell'operatore Scanu: "Ottimizzeremo tempi e risorse per tutte le comunicazioni IP"

di F.M.
Tecnologia cinese per i servizi multimediali di Tiscali. Zte ha siglato un accordo con la società di Soru per la realizzazione di una rete Ims, la piattaforma capace di migliorare le funzionalità multimediali dei servizi IP e compatibile con ogni tecnologia di rete. Il piano delle società prevede il lancio dei primi tre siti commerciali a Cagliari, Roma e Milano entro la fine di maggio e per la fine dell’anno è prevista la migrazione degli abbonati Tiscali sulla nuova piattaforma Ims.

Dal punto di vista operativo, Zte si occuperà dell’installazione della piattaforma, andando a sostituirne due attualmente utilizzate da Tiscali. Attraverso l’implementazione della soluzione Zte, Tiscali renderà la gestione della sua rete più semplice ed efficiente con una riduzione dei consumi energetici ed una ottimizzazione dei costi operativi.

“Siamo particolarmente lieti di approfondire la nostra partnership con Zte scegliendo la piattaforma Ims – commenta Luca Scano, direttore generale Tiscali - Si tratta di una piattaforma unica con la quale riusciremo ad ottimizzare tempi, risorse e risultati su tutti servizi di comunicazione IP, dalle chiamate di telefonia mobile e fissa all’accesso a Internet, dai social network alla mail, con grandi vantaggi per i nostri clienti in termini di servizio e di prezzo. Ancora una volta, il nostro orientamento strategico verso la convergenza fisso mobile ci porta a scegliere soluzioni che pongono al centro dei nostri prodotti la libertà di comunicazione”.

L’IP Multimedia Subsystem (Ims) costruito su IP-Can (IP Connectivity Access Network) è un’architettura tecnologica 3Gpp, capace di migliorare le funzionalità multimediali del servizio e compatibile con ogni tecnologia di rete. La tecnologia Ims è considerata l’architettura di rete ideale, oltre che uno strumento chiave per la convergenza fisso-mobile. L’intento è quello di portare il modello tradizionale delle telecomunicazioni alla rete IP, rendendola tariffabile, controllabile e gestibile. Essendo uno dei pochi fornitori in grado di offrire una soluzione end-to-end, Zte conta molto sulla tecnologia ImsS per i suoi prodotti strategici di prossima generazione.
“Con il passaggio ai servizi multimediali e alla rete “all-IP”, gli operatori vanno oltre il concetto di mera fornitura della rete, aumentando invece il controllo sui servizi. L’introduzione della tecnologia IMS offre agli operatori la flessibilità e la potenza di erogare ai propri clienti un ventaglio completo di servizi, mantenendo una posizione di vantaggio rispetto ai tradizionali operatori di rete o fornitori di servizi internet - spiega Jeffrey Fan, Gm di Zte Italy - La forte attenzione all’innovazione ed i continui investimenti in ricerca e sviluppo confermano ancora una volta Zte all’avanguardia nello sviluppo ed implementazione di tecnologie innovative di comunicazione”.

La soluzione Ims di Zte offre servizi versatili che consistono in tre tipi di Application Server Functions (Asf): server applicativi Sip, Im Ssf e Osa Scs. Ad esempio, il servizio di Instant Messaging (IM) consente agli utenti di comunicare via testo, supportando tuttavia la possibilità di aggiungere altri tipi di allegati alla conversazione. Con il servizio Presence, si possono ottenere informazioni sullo status dell’utente, sulle funzionalità di comunicazione a disposizione e sugli hobby personali, a seconda delle impostazioni di accesso e di condivisione con gli altri utenti selezionate. Inoltre, il servizio Only (One Number Link You) integra le tecnologie di telecomunicazione tradizionali con quelle IP moderne. Attraverso questo servizio, l’utente può non solo implementare le modalità di comunicazione tradizionali telefono-telefono, telefono-Pc, e Pc- telefono Sip, ma anche effettuare l’inoltro automatico di chiamata a un dispositivo mailbox vocale, inoltrare la chiamata in formato di testo Sms o di messaggio e-mail.

16 Febbraio 2011