Al Cebit le reti del futuro

EXTREME NETWORKS

Extreme Networks partecipa a CeBIT 2011, che si tiene ad Hannover dall’1 al 5 marzo, dando visibilità alle proprie soluzioni nell’area della manifestazione dedicata al pubblico professionale (Hall 13, Stand D55). In particolare, Extreme Networks presenterà ai service provider le ultime soluzioni per le reti Carrier, che consentono di rispondere con flessibilità alla crescente domanda di servizi IP e Ethernet, e alle aziende e ai gestori di data center in hosting gli switch di ultima generazione per infrastrutture di rete in grado di evolvere dagli ambienti fisici a quelli virtual, fino al cloud.

I service provider, in Europa come nel resto del mondo, stanno facendo fronte a un’enorme richiesta di banda, necessaria per i servizi triple-play residenziali così come per i servizi business Ethernet e il mobile backhauling. Nello sforzo di tenere il passo della domanda massimizzando al contempo le opportunità di profitto, i carrier si trovano dunque nella necessità di sviluppare reti di nuova generazione in grado di supportare i servizi IP convergenti su un’infrastruttura di trasporto Ethernet. Al CeBIT 2011, Extreme Networks mostrerà l’ampio portafoglio di soluzioni che è in grado di mettere oggi a disposizione dei service provider per far evolvere le loro reti, in modo da essere pronti non solo per le sfide di oggi ma anche per quelle future.

Con la propria presenza al CeBIT, inoltre, Extreme Networks intende mettere sotto i riflettori anche una novità che consentirà alle aziende e ai gestori di data center in hosting di far convergere dati e storage sulle reti Ethernet migliorando le performance complessive. Gli switch a chassis BlackDiamond e i gioielli della serie Summit, gli apparati stackable X480, X460 e X450, sono stati infatti recentemente rinnovati per supportare gli standard Data Center Bridging e Converged Enhanced Ethernet. Tali standard favoriscono il trasporto lossless del traffico storage basato su Ethernet in ambienti multivendor. In questo modo viene garantita l'affidabilità e l'integrità dei dati tipicamente richieste dalle applicazioni San, proteggendo al contempo gli investimenti già effettuati.

21 Febbraio 2011