Smartphone, la Cina lancia il suo sistema operativo

PIATTAFORME

Basato su Linux, il Wophone di China Unicom sarà adottato da Zte, Huawei, Samsung, Htc e Motorola

di Patrizia Licata
China Unicom getta il guanto di sfida ad Apple e Google Android con un nuovo sistema operativo per smartphone, mentre diversi vendor sono già in lizza per portare sul mercato device basati sulla piattaforma cinese. La parent company della telco, China united network communications group, ha infatti annunciato un nuovo marchio di telefonia mobile che userà un Os proprietario, chiamato "Wophone", una risposta non solo ai concorrenti occidentali ma anche alla piattaforma mobile della rivale nazionale China Mobile, che nel 2009 ha presentato il suo "OPhone" (anche se quest’ultimo non ha attratto grande interesse tra i produttori di device).

China Unicom ha intenzione di competere innanzitutto proprio con i suoi pari cinesi, China Mobile e China Telecom, per conquistare il numero maggiore di utenti di servizi mobili di terza generazione, quelli che generano le porzioni più consistenti di revenue. Le aziende che offriranno device con il sistema Wophone includono vendor cinesi come Zte, Huawei e Tcl, ma anche la sud-coreana Samsung Electronics, la taiwanese Htc e l’americana Motorola Mobility, secondo quanto dichiarato dal gruppo China united network communications. Il lancio di questi device sarebbe “imminente”.


Wophone ha un sistema operativo con core Linux, è destinato a terminali “smart" e, a detta della casa cinese, accorcerà i cicli di sviluppo di prodotto per le aziende che fabbricano i telefoni. Questo potrebbe aiutare China Unicom ad allargare più rapidamente la sua gamma di handset avanzati per conquistare utenti per i suoi servizi 3G.

Le piattaforme Android e iOs dell’iPhone, che dominano tra gli smartphone negli Usa, stanno conquistando market share anche in Cina, ma qui a prevalere è ancora il sistema usato da Nokia, Symbian, secondo la società di ricerche di Pechino Analysys International.
 Symbian controlla infatti il 60,1% degli smartphone venduti in Cina nel quarto trimestre 2010 (102,3 milioni), seguita da Windows Mobile di Microsoft con una quota del 13,1%, da Android con il 10,7% e infine dall'iPhone con il 5,4%.

01 Marzo 2011