Vimpelcom contro Telenor: "Il deal con Wind è vantaggioso"

L'ACQUISIZIONE

L'operatore russo scrive ai soci per ribadire il sì all'acquisizione dell'azienda guidata da Naguib Sawiris. Il 17 marzo l'assemblea degli azionisti per ratificare l'operazione

di P.A.
L’operatore russo Vimpelcom risponde per le rime alle critiche della norvegese Telenor, suo azionista di maggioranza con una quota del 40%, che sta facendo carte false per bloccare l’acquisizione di Wind Telecom per 6 miliardi di dollari (4,3 miliardi di euro).

Lo scrive ItaliaOggi, aggiungendo che Vimpelcom ha ribadito in una nota agli azionisti i vantaggi del deal. Una nota in risposta a quella inviata la settimana scorsa da Telenor ai soci, invitandoli a votare contro la proposta di fusione, volta a creare il quinto maggior operatore di telefonia mobile a livello globale. Vimpelcom risponde affermando che dalla fusione sarà rafforzata la presenza del gruppo nei mercati emergenti, portando la base clienti da 345 a 838 milioni.

Il gruppo russo, continua ItaliaOggi – difende anche il prezzo dell’accordo. Vimpelcom ammette di aver perso quote di mercato nel mercato russo, ma dichiara che il calo è legato alla decisione di tagliare la spesa in conto capitale nel 2008, per fronteggiare la crisi globale, e che il calo di utenti in casa non è dovuto al deal con Wind.

Il 17 marzo è in programma l'assemblea dei soci di Vimpelcom per ratificare la fusione con Wind Telecom. L'altro grande azionista dell'operatore russo, Altimo, è favorevole al deal.

09 Marzo 2011