Verizon Wireless lancia il suo primo smartphone Lte

USA

Il carrier americano vende da oggi lo smartphone Lte ThunderBolt di Htc e punta al mercato consumer, tentando di ridurre il gap con la rivale Sprint Nextel che ha già al suo attivo tre smartphone 4G

di Patrizia Licata
Non solo rete, ma anche device, e l’Lte di Verizon Wireless può diventare realtà per il mercato di massa. Il carrier americano ha annunciato il lancio del suo primo smartphone 4G consumer, il ThunderBolt di Htc, a un prezzo di 249,99 dollari compensivo di un contratto di due anni con Verizon. Nonostante la tendenza degli operatori mobili a imporre dei tetti all'utilizzo dei dati, Verizon Wireless concederà agli acquirenti di ThunderBolt un piano dati illimitato a 29,99 dollari al mese, più 39,99 dollari per le chiamate voce.

Lo smartphone di Htc è il primo prodotto per il mercato consumer che Verizon Wireless lega alla propria rete Lte: questa è attiva dall’anno scorso, ma finora il carrier ha offerto più che altro chiavette per i computer portatili destinati agli utenti business. La joint venture di Verizon Communications e Vodafone Group cerca ora di recuperare terreno sulla rivale Sprint Nextel, che ha guadagnato un vantaggio significativo nel 4G per numero di prodotti abilitati alla nuova tecnologia immessi sul mercato, tra cui tre smartphone.

Anche per questo ThunderBolt è solo il primo di una serie di device 4G che Verizon prevede di lanciare quest’anno: in cantiere ci sono almeno altri tre smartphone Lte, prodotti da Motorola Mobility, Samsung Electronics e Lg. Come tutti gli smartphone di nuova generazione, ThunderBolt è in grado di gestire simultaneamente le chiamate vocali e lo scambio di dati sulla rete 4G, ma sua caratteristica unica è la capacità di gestire simultaneamente dati e voce anche sul 3G, grazie ad una particolare progettazione di Htc. 
Il telefono è dotato inoltre di uno schermo da 4,3 pollici, doppia fotocamera, chip Qualcomm Snapdragon da 1 gigahertz e capacità di connettersi agli hotspot wifi.

16 Marzo 2011