Buongiorno-Ibm, intesa "indiana" sui contenuti mobili

SERVIZI

In India per fornire servizi agli utenti il Subscription Engine della società italiana si integra alla piattaforma Service Delivery di Big Blue. L'Ad Casalini: "Riusciamo a fare business in un mercato complesso"

di F.M.
Buongiorno India, la joint venture tra Mitsui & Co. e Buongiorno, ha firmato un accordo settennale per l’integrazione del proprio Subscription Engine con la piattaforma di Service Delivery di Ibm per fornire contenuti mobili agli utenti di uno dei maggiori operatori telefonici in India. L’intesa consente a uno dei principali operatori indiani di telecomunicazioni di accedere a un’ampia offerta di contenuti e servizi per il mobile come Sms, risposta vocale automatica, Web, Wap e Ringback tone, attraverso la piattaforma di Service Delivery Ibm e il Subscription Engine Buongiorno.

Il Subscription Engine Buongiorno è una piattaforma proprietaria per la gestione dei servizi da parte degli operatori telefonici. È in grado di semplificare la creazione dei servizi e la gestione dei prodotti, a diversi livelli, attraverso l'integrazione di messaggi di testo (Sms), stringhe per la configurazione dei servizi (i "comandi asterisco" o Ussd), software development kit, risponditore vocale automatico, Web, Wap e Ringback tone. Grazie all'interfaccia grafica, la piattaforma gestisce con facilità un elevato numero di servizi attivi contemporaneamente, fino a svariate migliaia, con volumi aggregati di scambi pari a decine di milioni al giorno.

La piattaforma agisce come punto di integrazione per tutti i servizi degli operatori telefonici: fatturazione e gestione dei servizi stessi, accesso e distribuzione dei contenuti, reporting e riconciliazione. La piattaforma permette all’operatore di gestire tutti gli aspetti dei prodotti e dei servizi mobili, e dei relativi partner, in tutti i Paesi in cui opera, da un unico punto di accesso centralizzato.
“Siamo orgogliosi di essere partner di Ibm, per offrire ai clienti indiani una piattaforma unica per la gestione degli abbonamenti a un’ampia offerta di contenuti mobili – commenta Andrea Casalini, amministratore delegato di Buongiorno - L'accordo conferma la capacità di Buongiorno di sviluppare business nei mercati emergenti come quello indiano, nel quale B! opera da diversi anni aumentando la sua conoscenza e capacità di fare business in un mercato complesso”.

Buongiorno è pronta a cogliere le opportunità provenienti da un mercato in forte crescita quale quello indiano, che si sta sviluppando a ritmi vertiginosi e conta già oltre 600 milioni di abbonati alla rete mobile (fonte: Telephone Regulatory Authority of India - Trai). Il numero dei contratti è raddoppiato negli ultimi due anni, e si prevede che questo trend possa continuare. In particolare, il mercato degli smartphone dovrebbe raggiungere circa 40 milioni di utenti entro la fine del 2015 (rispetto a circa 10 milioni della fine del 2010).

18 Marzo 2011