Selta sbarca in Russia: nasce "OOO"

MADE IN ITALY

Via alla joint venture con la società energetica Energopribor. Il presidente Tagliaferri: "Saremo fornitori di servizi per aziende e PA"

di F.M.
Decisa accelerazione nel piano di internazionalizzazione di Selta. L’azienda italiana ha annunciato la costituzione di una consociata in Russia attraverso una joint venture con una società locale. La neo costituita “OOO Selta” (Limited Liability Company) è controllata per il 51% dall’azienda italiana e per il restante 49% dalla russa Energopribor, impresa specializzata nel settore elettrico.

“Questo passo lancia definitivamente la presenza di Selta nel mercato in forte crescita della Federazione Russa. Ci attendiamo un importante trend di crescita che sarà assecondato da investimenti di rilievo”, sottolinea Carlo Tagliaferri, presidente e consigliere delegato di Selta Spa. Relazioni commerciali sono state già avviate nel mondo delle utilities elettriche, tra cui il grande ente elettrico Fsk, che gestisce il grid della rete di trasmissione della Federazione Russa.

La joint venture opererà nei settori delle telecomunicazioni e in quello dell’automazione delle reti elettriche e di trasporto ferroviario, facendo leva su tutto il proprio portafoglio tecnologico della società italiana e rivolgendosi a target diversi che vanno dalle utilities alla Pubblica amministrazione, alle aziende. “Selta Russia opererà in una logica duplice: quella di fornitore di tecnologie e servizi da un lato, quella di system integrator dall’altro - sottolinea Tagliaferri - Questa prospettiva comporterà lo sviluppo di un’organizzazione di adeguate dimensioni e competenze e un corrispondente trasferimento tecnologico”.

“Il programma di sviluppo di Selta passa per una decisa proiezione internazionale che riguarda i due capisaldi storici dell’azienda: quello delle telecomunicazioni, dove siamo già fortemente presenti all’estero a fianco di autorevoli operatori come la spagnola Telefonica, e quello dell’energy management - conclude Tagliaferri - In prospettiva, la convergenza in atto di questi due settori ci permetterà di portare tecnologie e soluzioni in aree in forte crescita come quelle delle smart grid, in collaborazione anche con qualificati partner internazionali”.

18 Marzo 2011