Swisscom chiude il delisting. Fastweb lascia la Borsa Italiana

FINANZA

Revocata da oggi la quotazione a Piazza Affari. Il capitale sociale passato internamente nelle mani della società elvetica

di P.A.
A conclusione del periodo di presentazione delle richieste di vendita, le residue azioni Fastweb verranno trasferite con successo a Swisscom. A partire dalla data odierna, il titolo Fastweb è revocato dalla quotazione da Borsa Italiana.

Swisscom, informa una nota, deterrà così l’intero capitale sociale di Fastweb. L’ammontare complessivo per l’acquisto delle residue azioni Fastweb è pari a 256,4 mln euro.

A seguito della procedura di obbligo di acquisto avviata da Swisscom Italia Srl su 3.977.542 azioni ordinarie Fastweb, rappresentative del 5,003% del capitale, e svoltasi dal 14 febbraio al 14 marzo, l’offerente è venuto a detenere complessivamente 78.038.776 azioni ordinarie di Fastweb, rappresentative del 98,152% del capitale sociale dell’Emittente.

In conseguenza del raggiungimento da parte di una partecipazione superiore al 95%, si sono verificati i presupposti di legge per l’adempimento dell’obbligo di acquisto e per l’esercizio del diritto di acquisto. Pertanto Swisscom Italia ha provveduto a dare esecuzione alla procedura congiunta per l’acquisto di 1.469.319 azioni Fastweb ancora in circolazione, pari all’1,848% del capitale, ad un prezzo di 18 euro per azione.

22 Marzo 2011