Zte non demorde: per farsi strada negli Usa gioca la carta Lte

STRATEGIE

Apertamente ostacolata dal governo a stelle e strisce, l'azienda cinese cerca accordi con i carrier per diventare fornitore nell'ambito della realizzazione delle nuovi reti mobili 4G

di Patrizia Licata
Zte non si scoraggia. Ostacolata più o meno apertamente da Washington e dalle aziende concorrenti nei suoi tentativi di entrare sul mercato americano delle infrastrutture, l'azienda cinese punta sulla fornitura di prodotti per le nuove reti Lte.

Jeff Ji, executive vice president e general manager di Zte Usa, ha fatto sapere che la società metterà sul mercato americano dei prodotti Lte nella seconda metà dell’anno, indicando che Zte vede nei device per la banda larga mobile una delle migliori opportunità per espandersi sul mercato statunitense.

T-Mobile Usa ha da poco annunciato un prodotto per gli hotspot mobili HSPA+ sviluppato da Zte e Ji ha detto che l’azienda ha in progetto di lanciare un nuovo modem Usb per la rete HSPA+ a 42 Mbps di T-Mobile, che sarà avviata prima a Las Vegas, New York e Orlando per poi estendersi a 140 milioni di Pop in 25 mercati degli Usa per metà 2011.

In un'intervista con FierceWireless, Ji ha dichiarato che nel 2010 Zte contava 14 tipi di prodotti per il mercato nord-americano, di cui 11 negli Stati Uniti, ma l’azienda prevede di raddoppiare la cifra portandola ad almeno 28 prodotti nel Nord America nel corso di quest'anno. Zte, il quarto maggiore produttore mondiale di cellulari secondo Idc, lancerà anche dei telefoni con T-Mobile e con At&t Mobility nel 2011 (Ji non ha specificato se includano smartphone) e diversi prodotti con Alltel.

Ji ha poi fatto sapere che la sua azienda potrebbe essere interessata a usare il sistema operativo di Microsoft Windows Phone 7. Il top manager ha chiarito che recenti commenti da parte di un executive di Zte Uk sono stati “interpretati non correttamente come critiche” alla piattaforma e che Zte sta invece facendo ricerca e sviluppo su Windows Phone 7 (pur senza chiarire se rilascerà dunque un prodotto con il sistema operativo Microsoft). Finora, Zte ha preferito la piattaforma Android di Google.

"Siamo aperti a entrambi i sistemi”, ha detto Ji, aggiungendo che Zte segue da vicino i piani di sviluppo di Google e Microsoft e che Android al momento supera Windows Phone. 



Come noto, finora Zte è riuscita ad espandersi in Europa ma ha incontrato molti ostacoli nel tentativo di conquistare il mercato americano delle attrezzature telecom. Zte sostiene di essere esclusa dai grandi contratti per motivi politici, ma Ji conferma l’interesse della sua azienda ad aggredire prima o poi il mercato statunitense delle infrastrutture e continua a collaborare con diversi operatori. Anche per potenziare la propria credibilità agli occhi delle aziende e del governo americano, Zte ha lanciato un nuovo sito Internet dedicato al mercato americano che include informazioni sull’azienda e la sua filiale Usa, risposte alle domande sul supporto ai device mobili e opportunità per i business partner.

24 Marzo 2011