Brevetti, Nokia vs Apple: primo "round" alla Mela

LO SCONTRO

Secondo l'International Trade Commission, Cupertino non ha violato alcuna tecnologia Gsm, Umts e Wlan di proprietà della casa finlandese. Ma la sentenza non è definitiva: attesa per agosto la valutazione dell'Authority Usa

di Giampiero rossi
Secondo l'International Trade Commission (Itc) Apple non ha violato i brevetti Nokia che la casa finlandese aveva elencato nella sua denuncia inoltrata all'authority Usa.

Nokia si è detta "delusa" dalla decisione del giudice. La guerra dei brevetti è iniziata nell'ottobre 2009: a dare il "la" era stata la finlandese che si era rivolta alla corte federale del Delaware e all'Itc invocando la tutela per alcuni suoi brevetti, di cui denunciava la violazione avvenuta nei dispositivi mobili di Cupertino. Apple  a sua volta aveva contro-denunciato ed esteso lo scontro anche ai tribunali britannici. Nel dettaglio, secondo Nokia, la Mela avrebbe violato brevetti legati a tecnologie Gsm, Umts e Wlan.

La decisione dell’Itc non è però definitiva perchè decisa un solo giudice, James Gildea, che ora dovrà passare la palla all'intera commissione che, il prossimo 1° agosto, dovrà dare una valutazione definitiva. Nokia ha reso noto di voler attendere nuovi sviluppi prima di pianificare i prossimi passi da fare. La situazione può infatti essere ribaltata nel caso in cui la commissione dovesse rintracciare effettive violazioni dei brevetti citati dal gruppo. Da Cupertino, per il momento, non è giunto alcun commento sulla vicenda.

28 Marzo 2011