Vimpelcom: "La fusione sarà perfezionata entro un mese"

L'OPERAZIONE

Il Ceo Alexander Izosimov annuncia la chiusura dell'iter dell'acquisizione delle attività di Naguib Sawiris, compresa Wind, nel giro di 30 giorni. Intanto la russa chiude il quarto trimestre con utili in aumento del 63%

di P.A.
Vimpelcom prevede di chiudere l'accordo da oltre 6 miliardi di dollari per gli asset del tycoon egiziano Naguib Sawiris entro un mese, ha detto l'amministratore delegato del gruppo russo, Alexander Izosimov.
La società ha approvato questo mese l'intesa per l'acquisizione di Wind e di Orascom Telecom dopo aver superato l'opposizione del proprio azionista Telenor.

La compagnia telefonica mobile russa ha chiuso il quarto trimestre con un incremento dell’utile netto del 63% su base annua, a 461,2 milioni di dollari. Il dato è superiore alle stime degli analisti che vedevano l’utile netto a 446,7 milioni di dollari ma inferiore ai 496 milioni del precedente trimestre.

I ricavi operativi netti nel quarto trimestre sono cresciuti del 22% su base annua, a 2,82 miliardi di dollari, quasi in linea con le stime degli analisti che li vedevano a 2,83 miliardi. Le attività russe, dichiara VimpelCom, riflettono "una ripresa post-crisi modesta".

"La nostra attenzione è rivolta soprattutto alla Russia e stiamo lanciando un piano volto ad accelerare il momentum di crescita nei solidi mercati di quest’area. Continuiamo a rafforzare il nostro ruolo competitivo e a trainare la crescita facendo leva sull’espansione della rete, migliorando la distribuzione e con l’efficienza del pricing", dice il Ceo Alexander Izosimov.

Commentando il deal con Wind Telecom di Sawiris Izosimov ha affermato: "Guardando al futuro siamo fiduciosi che questa integrazione risulti sempre più interessante agli occhi di tutti i nostri azionisti e il valore sarà ancora più chiaro nei prossimi 2 anni".

"I risultati riflettono i miglioramenti delle condizioni macroeconomiche dei nostri mercati, il consolidamento di Kyvistar e gli sforzi che abbiamo dispiegato per trainare la crescita e migliorare la qualità della nostra base di abbonati", conclude il Ceo.

29 Marzo 2011