Vimpelcom-Wind Telecom. Disco verde dell'Antitrust

LA FUSIONE

Via libera all'operazione. L'Authority: non rafforza né costituisce posizione dominante sul mercato del mobile. La chiusura del deal prevista entro aprile

di P.A.
Via libera dell'Antitrust alla fusione tra la russa Vimpelcom e la Wind Telecom di Naguib Sawiris. L'Autorità garante per la concorrenza nel mercato ha deciso di non avviare alcuna istruttoria in quanto, come emerge dal Bollettino, "l'operazione non determina la costituzione o il rafforzamento di una posizione dominante nei mercati interessati, tale da eliminare o ridurre in modo sostanziale e durevole la concorrenza".

Non più tardi del 29 marzo scorso, Vimpelcom ha reso noto che prevede di chiudere l'accordo da oltre 6 miliardi di dollari per gli asset del tycoon egiziano Naguib Sawiris entro un mese. Lo ha detto l'amministratore delegato del gruppo russo, Alexander Izosimov.

La società ha approvato questo mese l'intesa per l'acquisizione di Wind e di Orascom Telecom dopo aver superato l'opposizione del proprio azionista Telenor.

Commentando il deal con Wind Telecom, Izosimov ha affermato: "Guardando al futuro siamo fiduciosi che questa integrazione risulti sempre più interessante agli occhi di tutti i nostri azionisti e il valore sarà ancora più chiaro nei prossimi 2 anni".

04 Aprile 2011