Telecom Italia, parte l'era Patuano in nome della "lean organization"

TELECOM ITALIA

Alla guida della rete passa Opilio. Labriola al Business, Rossetto al Consumer. I Top Clients a Battiferri e il Public Sector a D'Agostino. Fornaro alle External relations e Ventura ai Domestic Media. Cicchetti alle Strategy, Brescia ai Public & Regulatory Affairs

di Mila Fiordalisi
Governo complessivo delle operations nazionali, rappresentanza e poteri necessari per compiere gli atti pertinenti all’attività sociale nelle sue diverse applicazioni, responsabilità di datore di lavoro rispetto all’intera organizzazione aziendale di Telecom Italia, con l’attribuzione di tutti i necessari poteri, responsabilità e poteri in materia di protezione dei dati personali e al loro trattamento: questi i “compiti” attribuiti a Marco Patuano, nuovo Ad di Telecom Italia, e messi nero su bianco nella disposizione generale n. 479 a firma del presidente Franco Bernabè a seguito del Cda del 13 aprile.

Il documento annuncia anche che nei prossimi giorni saranno effettuati gli interventi di allineamento delle articolazioni aziendali all’assetto organizzativo. Interventi che terranno conto della rapidità richiesta dalla necessità di definire formalmente gli obiettivi della dirigenza e dei quadri per l’anno in corso per assicurare l’immediata disponibilità delle leve necessarie per il dispiegamento della piena responsabilità di performance sul business domestico e un significativo avanzamento nella evoluzione verso la lean organization attraverso la semplificazione delle strutture di staff, la loro attribuzione per prevalenza e la fornitura del servizio con articolazioni dedicate.

Un’ulteriore disposizione, la numero 480, a firma congiunta Bernabè-Patuano, definisce nel dettaglio l’articolazione delle funzioni che fanno capo all’Ad e i manager a cui sono state affidate. Resta a capo del Business Pietro Labriola mentre a capo del Consumer c’è Luca Rossetto; Simone Battiferri guida la funzione Top Clients e Gianfilippo D’Agostino il Public Sector. La funzione Technology, ovvero la responsabilità di un asset decisivo come la rete, vede passare al timone Giuseppe Roberto Opilio.

Quattro gli obiettivi “strategici” affidati a Patuano. Obiettivi che “tenendo conto delle accentuate competitività del mercato nazionale impongono l’adozione di adeguamenti organizzativi”. In dettaglio si procederà con: la riduzione dei layers organizzativi con tendenziale superamento delle posizioni di coordinamento intermedio e correlato accorciamento delle strutture; conseguente riattribuzione delle leve di customer care alle articolazioni di cliente-prodotto nel quadro di customer centric organization; l’adozione di articolazioni per processo nel perimetro della ex Direzione Technology and Operations con conseguente ed esclusiva responsabilizzazione dei process owners sulle performance dei perimetri attribuiti; accentuato percorso di snellimento e semplificazione delle strutture di supporto e servizio ai business.


Nella suddivisione dei poteri, vengono attribuite gerarchicamente al presidente Bernabè le funzioni Legal Affairs affidata a Antonino Cusimano, Public & Regulatory Affairs assegnata a Franco Brescia, Administration, Finance and Control & International Development affidata ad Andrea Mangoni.

In ottica di semplificazione delle strutture di staff nella direzione di una “lean organisation”, nella nuova Legal Affairs sono confluite le vecchie Corporate Legal Affairs e Legal Affairs; nella funzione Public & Regulatory Affairs confluiscono Rapporti con le Istituzioni, Rapporti con il Territorio e Marketing Istituzionale ed Equivalence & Regulatory Affairs; nella Administration, Finance and Control confluiscono le precedenti Administration, Finance and Control e International Support della Direzione International Business.

Tali funzioni, comunque, riferiranno direttamente, con proprie articolazioni dedicate, all’amministratore delegato Patuano “per l’espletamento del supporto necessario”.

A Bernabè inoltre fanno capo le Società TI Media, Tim Brasil, Telecom Argentina e le funzioni: Strategy (con responsabilità assegnata a Oscar Cicchetti) in cui confluiscono le attività e risorse relative alla definizione delle linee di indirizzo strategico dalla precedente funzione Strategia ed Innovazione; External Relations, con responsabilità assegnata a Carlo Fornaro, nella quale confluisce la precedente funzione External Relations ad esclusione di Media Management & Sponsorship e della Service Unit Eventi (affidate a Carlotta Ventura); Security, con responsabilità assegnata a Damiano Toselli.


Al nuovo amministratore delegato Marco Patuano, cui fa capo anche Olivetti, fa riferimento un nutrito numero di funzioni che gli consentono di reggere il timone del mercato Italia:

Innovazione & Industry Relations, affidata a Cesare Sironi, nella quale confluiscono le attività e risorse relative all’innovazione dalla precedente funzione Strategia ed Innovazione, la funzione Industry Relations and Roaming nonché le attività e risorse dedicate all’innovazione dalla precedente Direzione Domestic Market Operations; alla funzione farà inoltre riferimento la società Matrix

Consumer, affidata a Luca Rossetto, nella quale confluiscono l’omologa funzione, Broadband Content, Fixed Customer Operations Consumer, Mobile Customer Operations Consumer nonché attività e risorse dedicate alla Consumer di Process Capabilities & Operations Support e di Project Development & Operational Planning della precedente funzione Customer Operations; alla funzione farà inoltre riferimento la società Telecontact

Business, affidata a Pietro Labriola, nella quale confluiscono la omologa funzione, Customer Operations Business nonché attività e risorse dedicate a Business di Process Capabilities & Operations Support e di Project Development & Operational Planning della precedente funzione Customer Operations

Top Clients, affidata a Simone Battiferri

Public Sector, affidata a Gianfilippo D’Agostino

Technology, affidata a Giuseppe Roberto Opilio, nella quale confluiscono, dalla precedente Direzione Technology & Operations, le funzioni Open Access, Network, Technical Planning nonché attività e risorse di Technical Infrastructures secondo criteri che saranno definiti con successiva disposizione organizzativa.

Information Technology, (affidata ad interim direttamente a Marco Patuano) cui farà riferimento anche Shared Service Center

National Wholesale Services, affidata a Alessandro Talotta; alla funzione farà riferimento la società TI Sparkle

Supply Chain & Real Estate, affidata a Stefano Ciurli, nella quale confluiscono la precedente funzione Purchasing nonché attività e risorse di Technical Infrastructures secondo criteri che saranno definiti con successiva disposizione organizzativa

Human Resources and Organization, affidata ad Antonio Migliardi, nella quale confluiscono le precedenti funzioni Human Resources and Organization nonché Fraud Management & Revenue Assurance della precedente Direzione Domestic Market Operations. La funzione è attribuita gerarchicamente a Patuano anche se per le attività di Politiche e Risorse Strategiche di Gruppo riferisce direttamente a Bernabè con proprie articolazioni dedicate

Domestic Media, affidata a Giuseppina Carlotta Ventura, nella quale confluiscono la funzione Media and Sponsorship Managament e la Service Unit Eventi dalla precedente funzione External Relations

Qualità, affidata a Giuseppe Zaza

Compliance
, affidata a Riccardo Taranto


SCARICA QUI L'ORGANIGRAMMA

18 Aprile 2011