Risultati in chiaroscuro per BT. Utili in crescita ma ricavi in caduta

TRIMESTRALE

Nel quarto trimestre fiscale fatturato in ribasso del 6% mentre i profitti pre-tasse sono saliti del 21%. Il Ceo Livingstone: "Risultati oltre le aspettive, ora torniamo ad investire"

di F.M.
Nel quarto trimestre dell'esercizio fiscale 2011 BT Group ha registrato ricavi in ribasso del 6% a 5,055 miliardi di sterline, mentre il margine operativo lordo (Ebitda) ha segnato una crescita del 3% a 1,55 miliardi. Su base adjusted, i profitti pre-tasse sono saliti del 21% a 610 milioni. A livello annuale, il giro d'affari del gruppo telefonico britannico è sceso del 4% a 20,076 miliardi, di poco inferiore alle stime degli analisti pari a 20,16 miliardi. L'ebitda ha invece raggiunto quota 5,89 miliardi (consenso a 5,84 miliardi). Il dividendo per l'intero esercizio è di 7,4 pence (+7%).

"Abbiamo registrato profitti e flusso di cassa libero superiori alle aspettative – spiega il ceo Ian Livingstone – Inoltre abbiamo consolidato la nostra posizione di fornitore leader di banda larga nel Regno Unito con la quota di alta di attivazioni nette a trimestre mai registrata in otto anni . BT Global Services è cresciuta del 10% 7,3 miliardi di sterline e ciò ha determinato un flusso di cassa positivo con un anno di anticipo rispetto al programma. Anche Openreach è cresciuta, invertendo il suo trend storico negativo. Il roll out della banda larga super-veloce è uno dei più rapidi al mondo, passando da una media di 80mila attivazioni a settimana. Abbiamo in programma di raddoppiare la velocità della nostra fiber-to-the-cabinet nel 2010”.

"Ci aspettiamo di continuare a crescere i nostri profitti e libero - dice il ceo - mentre il flusso di cassa permetterà a BT di investire sulla crescita. Questi risultati dimostrano che stiamo facendo progressi, ma siamo ben consapevoli resta molto  altro da fare ".

12 Maggio 2011