Lombardia, progetto Bul: intesa entro giugno per rete ultrabroadband

ACCORDO FRA LE TELCO

Accordo fra le telco. Il presidente della Regione Formigoni annuncia entro fine mese la convocazione del tavolo tecnico per la ratifica del memorandum che sancirà la nascita della Newco

di Mila Fiordalisi
Disponibilità di tutti gli operatori di Tlc a collaborare sotto l'egida della Regione Lombardia, per la realizzazione di un'infrastruttura in fibra ottica passiva (del valore di circa 1,4 miliardi di euro) in un arco temporale di 6-7 anni, secondo un modello organizzativo-finanziario di project-financing.

Questo l'esito dell'incontro sul progetto Bul che ha visto riuniti attorno a tavolo convocato dal presidente della Regione Roberto Formigoni, Marco Patuano e Oscar Cicchetti, rispettivamente amministratore delegato e responsabile della strategia di Telecom Italia, Paolo Bertoluzzo e Stefano Parisse amministratore delegato e responsabile della strategia di Vodafone, Stefano Parisi, Alberto Calcagno e Mario Mella, rispettivamente amministratore delegato, direttore generale e Chief technology officer di Fastweb, e Ossama Bessada, amministratore delegato, Romano Righetti, vice direttore generale, e Carlo Ongaro, responsabile business, di Wind.

All'incontro hanno partecipato inoltre gli assessori Romano Colozzi (Bilancio) e Marcello Raimondi (Ambiente, energia e reti), il sottosegretario con delega all'Attuazione del Programma Paolo Alli e il Project manager Bul di Finlombarda, Raffaele Tiscar. Presente Roberto Sambuco, capo-dipartimento per le Comunicazioni del Ministero dello Sviluppo economico.

Secondo quanto si apprende, è prevista nei prossimi giorni la convocazione di un Tavolo tecnico per sviluppare i contenuti da sottoporre entro fine mese ai sostenitori del progetto per la firma definitiva del memorandum di intesa.

"Il progetto -ha detto Formigoni- si fonda su un approccio fortemente innovativo di politica industriale, che Regione Lombardia promuove, chiamando gli attori del settore ad essere co-protagonisti di un'impresa d'avanguardia per il nostro Paese e non solo".

Due le linee d'azione: realizzazione della infrastruttura, attraverso la creazione di una NewCo, una società veicolo futuro proprietario e gestore (passivo) della rete e sostegno alla domanda, con lo scopo di agevolare in tempi brevi un vasto utilizzo della fibra ottica nella regione.

07 Giugno 2011