Briefing Document

MX: come e perché il backup degli endpoint è molto più di un semplice tool di sicurezza

Aumentano i dispositivi mobili utilizzati in azienda, si diffonde l’approccio BYOD, proliferano i sistemi operativi che gravitano nella rete aziendale e cresce il numero di minacce sul fronte della sicurezza informatica: quali caratteristiche deve avere una soluzione di backup degli endpoint per affrontare con successo queste sfide? Come funziona HPE MX e perché può fare la differenza?

Il passaggio a una moderna forza lavoro basata su tecnologia mobile e BYOD (e il relativo proliferare di endopoint e sistemi operativi) da un lato e l’aumento delle minacce ransomware dall'altro sono una grossa sfida per la governance.

Una soluzione di backup per tutti gli endpoint  offre alle aziende una protezione automatica delle informazioni sicura e continua. Nel caso di attacchi ransomware, oltre a fornire piena accessibilità alle informazioni, facilita la visibilità organizzativa e il controllo, permettendo agli utenti di gestire in autonomia il ripristino e all'IT di governare accessi e priorità per avere sempre il pieno presidio di tutte le attività.

Questo white paper, fonito da Hewlett Packard Enterprise, spiega come mantenere il business dinamico, agile e sicuro grazie a una soluzione di endpoint backup efficace. Leggendolo scoprirete come fare per:

  • supportare la trasformazione della moderna forza lavoro sempre più mobile
  • stabilire efficaci processi di sicurezza IT su perimetri sempre più liquidi
  • controllare l'accesso alle informazioni riservate e sensibili in ottemperanza alla compliance tramite MX
  • raggiungere un buon equilibrio tra requisiti aziendali e user experience

 

TAG: backup, Endpoint, sicurezza, data protection, mobile, governance, user experience, BYOD, Hewlett Packard Enterprise


©RIPRODUZIONE RISERVATA