Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA CRISI

Call center, 20 milioni per gli ammortizzatori sociali

Le risorse stanziate nel “decretone” su reddito di cittadinanza e pensioni licenziato dal Senato. La palla alla Camera. I sindacati: “Bene i fondi ma ora estendere la clausola sociale”

27 Feb 2019

F. Me

Ammortizzatori sociali in deroga per il settore dei call center. Nel decretone che norma reddito di cittadinanza e pensioni, licenziato dal Senato,  sono stanziati 20 milioni per il 2019 per finanziare nel 2019 misure di sostegno al reddito per i lavoratori dipendenti. Le risorse sono a valere sul fondo sociale per l’occupazione e formazione. Ora la palla passa alla Camera.

Una buona notizia soprattutto per i lavoratori di Comdata di Padova e Pozzuoli. Gli ammortizzatori sono un tassello del puzzle che il governo sta cercando di costruire per risolvere la crisi del settore.

Lo scorso gennaio si è insediato ieri al ministero dello Sviluppo Economico il tavolo sul settore, presieduto dal vice Capo di Gabinetto Giorgio Sorial, a cui partecipano aziende e sindacati. Il tavolo ha l’obiettivo di affrontare in modo organico e sistematico le difficoltà in cui versano i call center, anche in considerazioni delle trasformazioni in atto nel mercato delle Tlc.

I sindacati hanno lanciato l’allarme occupazione: a rischio, secondo le stime di Slc, Fistel e Uilcom, ci sarebbero 3500 addetti. Le cause? La mancanza di volumi e l’abbassamento dei prezzi richiesto dai committenti nonché il mancato rispetto della clausola sociale, la cui applicazione garantirebbe continuità occupazionale nelle gare di appalto.

Per i sindacati, oltre agli ammortizzatori, urge l’adozione di un provvedimento di carattere generale che estenda la clausola sociale per gli appalti di call center in ambiti diversi dalle telecomunicazioni.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

C
call center
C
comdata
R
reddito di cittadinanza

Articolo 1 di 3