Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

IL CASO

Cloud, slitta la direttiva Ue: è scontro in Commissione

La diversità di vedute tra Dg Connect e Dg Market su copyright e ruolo delle società di gestione dei diritti blocca il testo che mira a regolamentare musica e altri contenuti archiviati sulla “nuvola”

10 Set 2012

F.Me.

Uno scontro all’interno della Commissione europea sta facendo silittare la direttiva sul cloud che doveva essere pubblicata prima della pausa estiva. Secondo Euractiv – che ha visionato una bozza del documento – la controversia riguarda la licenza di contenuti digitali – musica e trasmissioni in streaming – su base multinazionale e vede contrapporsi la direzione Mercato Interno (Dg Market), direttamente responsabile della direttiva, e la Dg Connect, responsabile per la parte cloud.

La bozza proposta dalla Commissione propone di semplificare la gestione e la concessione di licenze multiterritoriali su opere musicali per l’uso online.

I prelievi di copyright amministrati dalla società di gestione collettiva (come la Siae, ad esempio) sono imposti sulla musica e su download di contenuti su dispositivi con memoria (Internet key, cellulari e Pc portatili) ma il cloud pone un problema cruciale dato che non vi è alcun limite alla capacità di memoria e i prelievi non possono essere facilmente applicati.
“Le società di gestione collettiva vogliono che i diritti d’autore siano applicati anche per i contenuti on the cloud – spiega Kostas Rossoglou, senior consulente legale al Consiglio europeo di consumatori (Beuc) – la Dg Market è più favorevole a questa tesi”. La Dg Connect punterebbe invece ad eliminare la licenza territoriale, così come la conosciamo oggi, per i contenuti on the cloud.
“Non vediamo l’ora di dare alla strategia cloud il nostro pieno sostegno – sottolinea John Higgings, dg di DigitaEurope – ma bisogna che venga risolto questo problema nel modo migliore, sia per premiare gli artisti sia per facilitare la fruizione degli utenti”.