Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA RICERCA

L’e-commerce accelera, +15% dal 2016. Nei carrelli italiani viaggi e libri

I dati del Nielsen connected commerce report: è aumentata la fiducia dei consumatori. Christian Centonze: “Salto significativo degli acquisti online nel largo consumo e nel recapito a casa dei cibi pronti”

28 Nov 2018

A. S.

Cresce la fiducia dei consumatori verso l’e-commerce, che iniziano a scostarsi dai settori più tradizionali di acquisto online come i libri, i viaggi e la musica per esplorare anche nuove frontiere, fino ad arrivare ai cibi freschi. E’ il contesto generale che emerge dal  Nielsen Connected commerce report, secondo cui il 95% dei consumatori globali connessi a Internet ha compiuto almeno un acquisto onine, in crescita dell’1% rispetto al 2017 e del 2% rispetto al 2016.

Gli acquisti via Internet di prodotti di largo consumo confezionati e freschi nel mondo sono cresciuti del 15% negli ultimi due anni, con il 26% dei consumatori multicanale ha acquistato prodotti freschi online (+15% rispetto al 2016). Un aumento che porta il settore dell’e-grocery a registrare una crescita di 70 miliardi di dollari americani negli ultimi due anni.

Quanto allo specifico dell’Italia, a predominare sugli altri settori dono viaggi, libri-musica e moda, con abbigliamento e accessori,  che detengono una quota rispettivamente del 61%, 56% e 56% di consumatori che hanno acquistato queste tipologie di beni almeno una volta nell’ultimo anno.

Spostando l’attenzione sui comparti che hanno registrato la crescita più sostenuta, emergono la cura della persona +12%, e poi moda, arredamento, viaggi, elettronica di consumo, cura casa e alimenti confezionati e food delivery, quindi i cibi pronti consegnati a domicilio da ristoranti.

“Dal monitoraggio dell’evoluzione dell’eCommerce in mercati innovativi come la Corea del Sud, dove le vendite online pesano attualmente ben il 20% del comparto LCC (Largo Consumo Confezionato), sappiamo che i consumatori multicanale seguono alcuni schemi di comportamento – osserva Christian Centonze, Fmcg solutions leader di Nielsen in Italia – Viaggi, moda e libri sono le tipiche categorie del primo acquisto online ma, nella misura in cui si consolidano familiarità, abitudine e fiducia, le categorie di acquisto si ampliano a comparti come la cura persona e i prodotti baby, fino ad arrivare a comprendere i cibi confezionati e freschi. Ciò si evidenzia nel salto significativo degli acquisti online nel largo consumo e nel recapito a casa dei cibi pronti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

N
Nielsen

Approfondimenti

E
e-commerce
E
e-grocery
N
nielsen

Articolo 1 di 5