Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA PARTNERSHIP

Google lancia in Italia “Market finder” la piattaforma per fare business con l’estero

Al via la collaborazione con Ice e Farnesina: la soluzione targata BigG aiuterà le imprese italiane a identificare nuovi clienti e pianificare le mosse fuori dai confini nazionali. Obiettivo: far crescere le vendite online

24 Set 2018

A. S.

Arriva anche in Italia Market Finder di Google, lo strumento messo a punto da Mountain View per aiutare le aziende a trovare nuovi clienti all’estero, pianificando le strategie migliori per incrementare le vendite online fuori dai confini nazionali. L’iniziativa è frutto di una partnership che Google ha siglato con l‘Agenzia Ice e con il ministero degli Esteri, che integreranno nel nuovo strumento i propri contenuti di supporto, come InfoMercatiEsteri ed ExTender. La piattaforma gratuita, fornirà alle imprese informazioni e dati a supporto per le strategie di marketing per l’internazionalizzazione.

L’iniziativa è stata presentata a Milano durante il Google export day da Fabio Vacarono, managing director di Google Italy, Nicola Lener, direttore centrale per l’Internazionalizzazione della Farnesina e Giovanni Rodia, direttore Comunicazione dell’Agenzia Ice, risponde alle criticità emerse da un sondaggio commissionato da Google, secondo cui il 70% delle Pmi dichiara di non avere sufficienti informazioni per identificare quali siano i mercati più rilevanti in cui esportare.

“La selezione dei mercati è senz’altro una delle fasi più importanti per il successo di una strategia di internazionalizzazione – afferma Nicola Lener – Ecco perché è importante per un’azienda poter contare su strumenti informativi che consentano di poter correttamente inquadrare un mercato, individuarne il potenziale in termini di opportunità e di posizionamento rispetto ai propri obiettivi di business. In quest’ottica, Market Finder è una piattaforma che si annuncia di grande utilità per le aziende ed è per questo che come Farnesina siamo lieti di poter contribuire ad arricchire la sua offerta informativa, mettendo a disposizione degli utenti anche i servizi della diplomazia economica, attraverso link mirati agli strumenti di market intelligence come InfoMercatiEsteri ed ExTender”.

“Il ritardo registrato dalle imprese italiane nel commercio digitale è indice di un digital divide del nostro Paese piuttosto diffuso – aggiunge Giovanni Rodia – L’Ice è fortemente impegnata a colmare questo gap e ogni iniziativa in tal senso, ancor più se realizzata attraverso una sinergia pubblico-privato, merita appoggio e condivisione.

Market Finder è organizzato in tre fasi: la prima ha l’obiettivo di trovare i mercati potenziali migliori per le aziende, con suggerimenti sui mercati più adatti all’esportazione di prodotti o servizi. La seconda fase è mirata a preparare le aziende per il mercato globale, grazie a strumenti, guide e suggerimenti di localizzazione dettagliati. La terza fase ha infine l’obiettivo di far conoscere le aziende ai potenziali clienti, fornendo risorse formative sul marketing digitale.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2