Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL PROGETTO

Industria 4.0, le Marche puntano sull’open innovation

Sarà Filippetti Group a guidare il progetto regionale I-Labs per lavorare insieme coinvolgendo università e centri di ricerca per introdurre le nuove tecnologie all’interno degli ambienti di produzione. Micol FiIippetti: “Collaborazione tra menti, persone e organizzazioni diverse per l’innovazione e a crescita

19 Nov 2018

A. S.

Creare piattaforme collaborative in ottica Industry 4.0, coinvolgendo le migliori realtà industriali e scientifiche locali. E’ l’obiettivo del progetto I-Labs della Regione Marche, che coinvolge come azienda capofila aggiudicataria del bando Gruppo Filippetti, global system integrator con base in Italia. Tra i soggetti coinvolti nell’iniziativa ci sono l’Università Politecnica delle Marche, l’Università di Camerino, la Fondazione Cluster Marche, il centro di ricerca e trasferimento tecnologico Meccano e numerose aziende marchigiane.

Il kick off meeting del progetto si è tenuto soltanto pochi giorni fa a Jesi, in provincia di Ancona. Le cinque linee d’azione di I-Labs includono due progetti di R&D, uno di trasferimento tecnologico, un laboratorio innovativo e un’azione trasversale di diffusione e valorizzazione dei risultati, che si rivolge a un tessuto imprenditoriale che opera in molteplici settori. Grazie al progetto, la Regione Marche ospita così un Laboratorio e un Centro di Competenza sulle tecnologie avanzate, che “permetterà di mettere a fattor comune eccellenze e best innovation locali e quanto c’è nel campo della ricerca collaborativa applicata all’industria – si legge in una nota – proiettandole nel contesto di un mercato nazionale e internazionale in continua espansione e che consentirà di attivare collaborazioni anche con i principali vendor e technology provider internazionali”.

Nel progetto gruppo Filippetti porterà la propria esperienza di player globale, dall’automotive alla Pubblica amministrazione, dall’agricoltura alle Smart City, con l’obiettivo di introdurre la robotica, l’automazione industriale, l’IoT e realtà aumentata in modo trasversale.

Nello stesso settore Gruppo Filippetti guida anche il progetto Mercury (sMart sEcuRe deCentralized indUstRY) in ambito IIoT, Integration & Data Mining, per la gestione di nuovi modelli distribuiti e coordinati nell’ambito dell’Internet of Things Industriale.

“Siamo entusiasti di guidare questo progetto e di collaborare con realtà locali così importanti – afferma Micol Filippetti, Ceo del gruppo – Superare noi stessi e i nostri limiti, ponendo le basi per una fattiva collaborazione tra menti, persone e organizzazioni diverse è il nostro approccio che rispecchia appieno la filosofia del progetto I-Labs. La Regione Marche si conferma partner istituzionale di riferimento per il nostro Gruppo nel sostegno alla crescita e al finanziamento della ricerca e dell’innovazione. Per il presente, ma con l’auspicio che continui ad esserlo anche per il futuro, invito la regione a continuare a offrire il suo supporto all’innovazione e alla crescita attraverso la pubblicazione di altre misure, iniziative e bandi di finanziamento”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5