Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA NOMINA

Luca Manuelli nuovo presidente del Cluster Fabbrica Intelligente

Il Chief Digital Officer di Ansaldo Energia alla guida dell’associazione che raccoglie oltre 300 tra imprese, università e centri di ricerca. Obiettivo: promuovere lo smart manufacturing

29 Mar 2019

F. Me

Luca Manuelli, attuale Chief Digital Officer di Ansaldo Energia è stato nominato nuovo Presidente del Cluster Fabbrica Intelligente (Cfi), l’associazione riconosciuta dal Miur che unisce oltre 300 tra imprese di grandi e medio-piccole dimensioni, università e centri di ricerca, associazioni imprenditoriali e stakeholder del manufacturing avanzato. La 6° Assemblea generale ordinaria del Cluster Fabbrica Intelligente si è svolta oggi a Mecspe, il principale evento di riferimento del manifatturiero 4.0 (Fiere di Parma, 28-30 marzo), confermando Tullio Tolio come Presidente del Comitato Tecnico Scientifico (Cts) e nominando come membri del Cts Gianluigi Viscardi, per due mandati alla guida del Cfi, Marco Taisch, Sauro Longhi e Paolo Calefati.

“Essere il nuovo Presidente di una squadra che ha saputo raggiungere risultati così positivi è un forte stimolo a dare ulteriore impulso alla sviluppo del Cluster Fabbrica Intelligente nella direzione della continuità – dice  Luca Manuelli – Poter contare sulla leadership e la competenza di Gianluigi Viscardi, di Tullio Tolio e di tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di tali traguardi è un importante asset in tale direzione. Il Cluster Fabbrica Intelligente è un esempio di come il sistema Paese, rappresentato dal mondo della ricerca e dalle grandi, medie e piccole imprese, quando fa squadra può affrontare con fiducia le sfide dell’economia globale creando valore per il complessivo sistema economico.”

Luca Manuelli, laureato in Economia e Commercio alla Luiss con un Master in Business Administration, è dal 2012 in Ansaldo Energia dove ricopre il ruolo di Chief Digital Officer & SVP Quality, IT and Process Improvement. In tale ruolo coordina il processo di definizione e implementazione della strategia di trasformazione digitale dei prodotti e dei processi di Ansaldo Energia, che ha portato tra l’altro alla selezione del sito produttivo di Genova quale primo Lighthouse Plant del Piano Industria 4.0 del Mise. Tra le attività legate all’innovazione tecnologica è membro del CdA del Centro di Competenza Start 4.0, focalizzato sulla tecnologia digitale a supporto della sicurezza e resilienza delle infrastrutture strategiche; del Comitato degli esperti coordinato dal Mise che ha supportato il lancio e l’implementazione del Piano Industria 4.0 e che sta lavorando alla definizione di un framework europeo integrato Industry 4.0 nella Trilaterale Germania/Francia/Italia.

Fa inoltre parte dell’Osservatorio Nazionale per la Cyber Security, Resilienza e Business Continuity dei Sistemi Elettrici e dell’Advisory Board dell’Osservatorio Industria 4.0 del Polimi. In precedenza, ha operato in diversi ruoli e settori nell’ambito del Gruppo Finmeccanica (oggi Leonardo) per circa 13 anni, ha gestito una breve esperienza imprenditoriale in partnership con il Gruppo Class Editori, nella quale ha creato e gestito Webjob, e ha ricoperto diversi ruoli manageriali in Indesit Company (4 anni) e nel Gruppo Ferrovie dello Stato (7 anni), dopo le prime esperienze professionali come Consulente in Studio Ambrosetti e Product Manager in American Express.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

A
Ansaldo Energia
F
fabbrica intelligente

Articolo 1 di 3