Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L’iPad agli europarlamentari? E’ polemica sui costi

L’iniziativa tecnologica, promossa dal segretario generale del Parlamento Europeo, Klaus Welle, costerebbe circa mezzo milione di euro. Il Sunday Times: “In tempi di crisi è troppo”

24 Mag 2010

Un iPad per tutti i parlamentari europei. A denunciare la faccia
sprecona dell’Ue è il settimanale britannico Sunday Times, che
critica fortemente il nuovo progetto, “it Mobility” , con cui
l'ufficio di presidenza del Parlamento europeo intende
“informatizzare” i propri 736 deputati, dotandoli di
apparecchiature tecnologiche di ultima generazione.

Il progetto, che partirà con uno stanziamento di 5 milioni di
euro, prevede l'elargizione di tablet Apple ad ogni
eurodeputato che, secondo quanto riferisce il Times, già dispone
di nuovi computer portatili Hewlett-Packard. Un’operazione che al
giornale britannico, non sembra certo la più conveniente in tempi
di crisi.
Ogni iPad costerebbe circa 575 euro per un totale di quasi mezzo
milione di euro. Inoltre a Bruxelles, gli eurodeputati, alcuni dei
quali non hanno la benchè minima idea del modo in cui si  accenda
un computer, hanno da poco ricevuto dei portatili Hp nuovi di
zecca. Gli iPad, quindi, sarebbero un’inutile spesa
aggiuntiva.

L'iniziativa tecnologica sarebbe stata promossa da un gruppo di
parlamentari capeggiati dal tedesco Klaus Welle, segretario
generale del Parlamento Europeo. E, tra questi, c'è chi
sostiene che i computer attualmente in dotazione sarebbero
piuttosto lenti e tecnologicamente inferiori rispetto al tablet di
Apple.