Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

TELEVISIONE

Mediaset torna alla carica contro Sky: “Continua a trasmettere i nostri canali”

La pay tv satellitare citata in giudizio: Canale 5, rete 4 e Italia 1 ancora visibili grazie ai nuovi decoder e alla “digital key”, che integrano al segnale satellitare quello del digitale terrestre

22 Gen 2016

A.S.

E’ un contenzioso che dura ormai da 13 anni quello che vede Mediaset contrapposta a Sky sui diritti di ritrasmissione. Un iter fatto di denunce pubbliche e carte bollate al quale si aggiunge un nuovo tassello, una nuova citazione in giudizio depositata al tribunale civile di Milano, con l’accusa di “concorrenza sleale” e di acquisizione di un “vantaggio competitivo indebito”.

Mediaset lamenta che la pay tv satellitare abbia fino a settembre trasmesso i canali della televisione di casa Berlusconi senza pagare per i diritti di ritrasmissione, traendo un vantaggio da questa pratica, con “un nuovo utilizzo commerciale dei contenuti” e una “ulteriore diffusione pubblica” dei canali, acquistando “nuovo pubblico” e un “appeal commerciale” più alto.

Il caso sembrava essersi chiuso il 7 settembre 2015, quando Mediaset aveva deciso di oscurare il proprio segnale e Sky aveva risposto riassegnando le posizioni 104, 105 e 106 sul telecomando a Rai 4 e ad altre due Tv generaliste del proprio bouquet.

Ma, stando all’atto di citazione depositato da Mediaset, la questione rimane invece aperta, con la Tv che chiede un risarcimento, o meglio la restituzione degli utili che Sky avrebbe realizzato grazie alla presenza di Italia1, Canale5 e Rete4 nella propria offerta, oltre che l’oscuramento della propria programmazione anche per chi utilizza i nuovi decoder della Pay tv e la “digital key”, i due strumenti cioè che sono in grado di integrare e rendere disponibili tramite il telecomando Sky anche i canali trasmessi in digitale terrestre. Sistemi che Sky ha difeso in più sedi, anche davanti all’Agcom.

Ma i legali di Mediaset non si fermano a questo, e lamentano – come sottolinea Aldo Fontanarosa su Repubblica – anche il fatto che tramite “MySky” i canali Mediaset possano essere messi in pausa o registrati tramite Sky, senza che l’azienda abbia mai autorizzato questa possibilità. Sulla guida Tv della Pay tv satellitare, inoltre, secondo la denuncia di Mediaset, sarebbero presenti immagini tratte dalla programmazione del biscione.