Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Agende digitali: una sfida per le Regioni

Lepida accende i riflettori sulle strategie digitali degli enti territoriali. Appuntamento il 22 gennaio presso la sede della Regione Emilia-Romagna, Sala A della Terza Torre, Viale della Fiera 8, Bologna

17 Gen 2013

Come ridurre le disuguaglianze nella disponibilità e nell’uso delle nuove tecnologie? E’ a questa sfida urgente che le Regioni italiane sono chiamate a contribuire dopo che lo scorso 13 dicembre è stato convertito in legge il “Decreto Crescita 2.0”, vale a dire il provvedimento sulla cosiddetta Agenda Digitale Italiana. Il primo passo utile a creare un collegamento finora mancante tra la strategia europea e le esperienze ad oggi maturate a livello nazionale e regionale.

Temi cardine delle agende digitali regionali, come peraltro previsto nell’agenda digitale europea, sono la lotta al “*digital divide*”, ovvero la riduzione e il superamento del divario nella disponibilità di connettività (la cosiddetta banda larga) e nelle conoscenze delle nuove tecnologie informatiche, e la promozione della diffusione e dell’uso della “rete”.

Nell’ottica di fornire ai cittadini pari opportunità di accesso al mondo di Internet e conoscenze sempre più diffuse, è fondamentale trovare soluzioni anche per le zone più remote, avvicinare i “linguaggi” delle nuove tecnologie, condividere le competenze e stabilire coordinamenti sempre più ampi tra i diversi livelli di programmazione, europeo, nazionale e regionale. Per fare questo sono necessari strumenti e metodologie di misurazione e analisi che producano dati utili a prendere decisioni efficaci e non sporadiche.

Quale dunque è il ruolo delle Regioni in questo scenario e quale relazione con i livelli europei e nazionali? Un possibile strumento utile a supportare le Regioni nelle decisioni è rappresentato dalla metodologia Telecom Italia per il “Check-Up Digitale”, applicata in forma sperimentale alla Regione Emilia-Romagna nel corso del 2012.

Di queste tematiche tratterà il convegno di Lepida che si terrà presso la sede della Regione Emilia-Romagna, Sala A della Terza Torre, Viale della Fiera 8, Bologna. Di seguito l’agenda dei lavori.

09:30 Registrazione partecipanti

10:00 Introduzione

Diritti nel Piano Telematico e sua attuazione: Alfredo Peri, Assessore Programmazione territoriale, urbanistica, reti di infrastrutture materiali e immateriali, mobilità, logistica e trasporti della Regione Emilia-Romagna; Patrizio Bianchi, Assessore Scuola, formazione professionale, università e ricerca, lavoro della Regione Emilia-Romagna; Gabriele Falciasecca, Presidente Lepida Spa

10:45 Il contributo di Telecom Italia – Le Regioni e lo Sviluppo Digitale: Oscar Cicchetti, Strategy Telecom Italia SpA; Nicola Barone, Strategy-Progetti Speciali Territoriali Telecom Italia SpA

11:20 L’Agenda Digitale dell’Emilia-Romagna – Il Check-Up Digitale in Emilia-Romagna e focus sulle azioni in ambito digital divide: Lorenzo Broccoli, Direttore Generale Organizzazione, personale, sistemi informativi e telematica Regione Emilia-Romagna; Gianluca Mazzini, Direttore Generale Lepida SpA

12:00 Tavola Rotonda “agende digitali: una sfida per le Regioni – Obiettivi, Piani, Progetti, Ruoli. Modera i lavori Fabrizio Binacchi, Direttore Rai Emilia-Romagna; Alfredo Peri, Assessore Programmazione territoriale, urbanistica, reti di infrastrutture materiali e immateriali, mobilità, logistica e trasporti della Regione Emilia-Romagna; Agostino Ragosa, Direttore Generale Agenzia per l’Italia Digitale; rappresentanti di altre Regioni italiane.

13:00 Conclusioni

I lavori sono a partecipazione gratuita. Per esigenze organizzative i promotori raccomandano l‘iscrizione online