Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Consulenze ‘online’ sul sito del Ministero PA e Innovazione

Da oggi sono consultabili tutti i dati relativi alle collaborazioni e alle consulenze richieste dalle amministrazioni pubbliche

20 Lug 2009

Le consulenze nel comparto pubblico? Sono più trasparenti. Da oggi
sono consultabili sul sito del Ministero per la Pubblica
amministrazione e l’Innovazione (www.innovazionepa.it) i
primi dati che si riferiscono agli incarichi di consulenza e
collaborazione esterna affidati dalle Amministrazioni pubbliche e
comunicati dalle stesse all’Anagrafe delle Prestazioni
relativamente all’anno 2008. I dati pubblicati si riferiscono a
quanto presente nella banca dati informatica alla data del 2 Luglio
2009.
Gli elenchi, suddivisi per comparto e settore di appartenenza
dell’amministrazione dichiarante, riguardano gli incarichi
affidati a consulenti e collaboratori esterni con la descrizione e
la durata dell’incarico, l’importo previsto da corrispondere,
nonché l’importo erogato nel periodo di riferimento a fronte di
quell’incarico (art. 53 del D.Lgs. 165/2001 comma 14). Gli
incarichi sono tutti quelli regolarmente approvati dal Responsabile
del Procedimento di ogni amministrazione e trasmessi dalle
Amministrazioni pubbliche, per via telematica, tramite il sito web
www.anagrafeprestazioni.it.
La loro divulgazione rientra nell’ambito dell’Operazione
Trasparenza avviata nel giugno 2008 dal Ministro Renato Brunetta
con la pubblicazione dei dati relativi agli anni 2006 e 2007 e che
ha introdotto per la prima volta, in pieno accordo con il Garante
della privacy, la diffusione online dei dati sulle consulenze, come
già stabilito dalle vigenti disposizioni di legge sull’anagrafe
delle prestazioni.

Il primo blocco di elenchi si riferisce agli incarichi conferiti da
Amministrazioni centrali (Presidenza del Consiglio e Ministeri,
Agenzie Fiscali, Magistratura, Forze Armate e di Polizia, Enti
pubblici non economici), Regioni, Autonomie locali e territoriali.
Nei prossimi giorni verranno integrati con quelli dei comparti
Scuola e Università, Sanità, AFAM (Enti di Alta Specializzazione
Artistica e Musicale), Aziende autonome, Enti di ricerca ed Enti di
Vigilanza.
Complessivamente, gli elenchi relativi all’anno 2008 riguardano
11.608 amministrazioni che hanno comunicato 285.466 incarichi, per
un totale di compensi erogati pari a 1.449.411.992,27 euro.

Nel mese di settembre 2008 le amministrazioni che avevano
effettuato la comunicazione per l’anno 2007 erano 9.843 unità,
per 269.455 incarichi, per un totale di compensi erogati pari a
1.354.509.416,21 euro. Confrontando i dati relativi ai due anni di
osservazione, si registra un incremento pari al 17,93% delle
amministrazioni che hanno effettuato la comunicazione.
L’Operazione Trasparenza avviata dal Ministro Renato Brunetta
continua quindi a determinare un miglior comportamento delle
pubbliche amministrazioni nel rispettare le scadenze di legge.
Rimane peraltro un numero cospicuo di amministrazioni (poco meno
del 50%) che o non hanno conferito alcun incarico oppure non hanno
trasmesso, nei tempi e con le modalità previste, i dati sulle
consulenze. Per questo motivo si può continuare a stimare che
esistano circa 500.000 consulenze per un ammontare pari a circa
2.500.000.000 di euro.

Come previsto dal comma 14  dell’art. 53 Dlgs. 165/01, il
Dipartimento della Funzione Pubblica ha trasmesso alla Corte dei
conti “l’elenco delle amministrazioni che hanno omesso di
effettuare la comunicazione, avente ad oggetto l’elenco dei
collaboratori esterni e dei soggetti cui sono stati affidati
incarichi di consulenza”, relativamente all’anno 2007,
affinché possa verificare la posizione di ciascuna. Si ricorda,
infatti, che la legge (art. 53, comma 15 del decreto legislativo
165/2001) prevede che le amministrazioni che hanno omesso gli
adempimenti di comunicazione, non possono conferire nuovi incarichi
fino a quando non adempiono.