Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

ISTRUZIONE

Scuola, Profumo: “Occorre investire di più nella banda larga”

Il ministro dell’Istruzione: “La tecnologia motore di sviluppo per tutto il Paese”

25 Mag 2012

Occorre risolvere il problema della connettività nelle scuole che “non può essere solo a banda ristretta”. Inoltre, “dobbiamo investire di più sulla formazione dei docenti”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Francesco Profumo, a margine della Conferenza nazionale per la scuola dei nativi digitali, organizzata a Roma dal Partito Democratico.

“La tecnologia – ha aggiunto il ministro – è motore di sviluppo per tutto il Paese perché la scuola coinvolge anche le famiglie degli studenti e quindi circa 30 milioni di cittadini. I ragazzi – ha osservato Profumo – diventano così ambasciatori della modernizzazione di cui il nostro Paese ha fortemente bisogno grazie a loro, tantissime famiglie nelle quali non era mai stato utilizzato un computer, inizia il processo di digitalizzazione”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
BANDA LARGA
F
Francesco Profumo