Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL BANDO

Turismo innovativo, il Governo stanzia 8 milioni per le Pmi

Bando del Mibact: fino a 200mila euro per ogni progetto a fondo perduto. Potranno accedere al fondo raggruppamenti di almeno 10 piccole aziende. Iscrizioni aperte dal 14 dicembre al 15 gennaio

18 Nov 2015

A.S.

Un fondo di otto milioni di euro destinato alle reti di impresa nel settore turistico per incentivare l’innovazione, che prevede per ogni progetto contributi a fondo perduto fino a 200mila euro. È il senso del “bando per la concessione di contributi a favore delle reti di impresa operanti nel settore turismo” recentemente pubblicato sul sito del Mibact. Avranno la possibilità di richiedere i contributi (le iscrizioni saranno aperte dal 14 dicembre al 15 gennaio) i gruppi composti da almeno 10 piccole e medie imprese, di cui una quota minima dell’80% dovrà appartenere al settore turistico.

I progetti dovranno prevedere investimenti per un totale minimo di 400mila euro, e potranno riguardare, tra le altre finalità possibili, la riduzione dei costi con messa a sistema degli strumenti informativi di amministrazione, gestione e prenotazione di servizi turistici, o la creazione di piattaforme per acquisti collettivi di beni e servizi, o le iniziative mirate a migliorare la conoscenza del territorio a fini turistici.

Tra le possibilità ammesse ai finanziamenti anche l’implementazione di iniziative e strumenti di promo-commercializzazione che utilizzino le nuove tecnologie, a partire dal social marketing, ma anche a iniziative e strumenti di promo-commercializzazione condivise fra le aziende della rete per la creazione di pacchetti turistici innovativi e infine alla promozione delle imprese sui mercati esteri attraverso la partecipazione a fiere e la creazione di materiali promozionali comuni.

Tra i criteri per la scelta dei progetti che avranno diritto ai finanziamenti ci sarà la valutazione di merito, mentre l’ordine cronologico di presentazione delle domanda conterà solo in caso di parità di punteggio.

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
bando
I
innovazione
M
mibact
T
turismo

Articolo 1 di 2