Enav, al via gli avvicinamenti satellitari per l'aeroporto di Rimini - CorCom

IL PROGETTO

Enav, al via gli avvicinamenti satellitari per l’aeroporto di Rimini

Introdotte le procedure di Required Navigation Performance che consentono agli aerei di seguire un percorso estremamente preciso tra punti nello spazio individuati attraverso l’utilizzo di sistemi di navigazione satellitare. In campo anche Enac

29 Apr 2021

F. Me.

Si chiamano Required Navigation Performance (Rnp) e consentono agli aerei di seguire un percorso estremamente preciso tra punti nello spazio individuati attraverso l’utilizzo di sistemi di navigazione satellitare. Le nuove rotte, grazie all’affidabilità e alla precisione di questa tecnologia, garantiscono una gestione ottimale dei flussi di traffico.

Dallo scorso 11 marzo, Enav, la società che gestisce il traffico aereo civile in Italia, ha pubblicato le nuove procedure di partenza ed arrivo Rnav ed avvicinamento Rnp sia per pista 31 che per pista 13, operative a partire dallo scorso 22 aprile. Queste innovative procedure satellitari si affiancano a quelle già esistenti di tipo convenzionale, basate su stazioni a terra (le cosiddette “radioassistenze”).

Grazie alle nuove procedure, l’Aeroporto di Rimini potrà godere di un incremento dell’operatività in determinate circostanze.

In particolare, alcune limitazioni, dovute per esempio alle condizioni meteo e particolarmente penalizzanti nei momenti di picco del traffico, verranno meno. Questo si tradurrà in una maggiore efficienza, con una riduzione dei tempi di volo, e delle eventuali attese sia per gli aerei in arrivo sia per quelli in partenza con benefici anche ambientali in termini di minor consumo di carburante e di emissioni.

Entrambe le nuove procedure sono state testate in volo grazie all’impiego della flotta aerea Enav di Radiomisure, che dispone di quattro moderni aeromobili.

“Le procedure satellitari che si stanno implementando – spiega il Direttore Generale dell’Enac Alessio Quaranta – vanno nella direzione dell’ulteriore efficientamento del sistema del trasporto aereo e della navigazione aerea, anche con il fine di un’ottimizzazione della struttura di spazio aereo nazionale che ne consenta un uso sempre più sostenibile. Obiettivi strategici a cui l’Enac contribuisce in ambito regolamentare a livello internazionale, comunitario e nazionale a tutela dello sviluppo equo e competitivo del trasporto aereo, coniugando la crescita con la sostenibilità ambientale e con la riduzione delle emissioni di CO2 e, naturalmente, garantendo la sicurezza intesa come safety e security”.

Per Enav gli investimenti in tecnologie innovative rappresentano un asset strategico per garantire sicurezza, efficienza e sostenibilità nell’erogazione del servizio – evidenzia l’Ad di Enav, Paolo Simioni – Rimini è uno scalo importante per lo sviluppo turistico dell’intera area limitrofa. Siamo convinti che grazie a quest’implementazione ci saranno immediati benefici per il territorio e per tutto l’indotto. L’ottimo coordinamento con Enac e con la società di gestione ha garantito un risultato eccellente e nei tempi previsti”.

Salutiamo con enorme soddisfazione e motivo di orgoglio la scelta di Enav di realizzare importanti investimenti in tecnologie innovative presso il nostro scalo rendendolo sempre più competitivo – dice l’Ad di AIRiminum 2014, Leonardo Corbucci – Sono convinto che l’implementazione di queste nuove procedure, unitamente agli importanti investimenti che sta realizzando la società di gestione dell’aeroporto, ne rafforzeranno la capacità di attrazione di nuove compagnie generando così un beneficio diretto per tutto il territorio“.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

E
Enac
E
enav

Approfondimenti

R
Rimini
S
satelliti

Articolo 1 di 3