Internet "spaziale", completato il lancio di altri 34 satelliti Oneweb - CorCom

IL PROGETTO

Internet “spaziale”, completato il lancio di altri 34 satelliti Oneweb

Entro fine anno verranno offerti servizi di connessione agli utenti che vivono a Nord del 50° parallelo mentre la copertura globale è prevista per il 2022. In programma altri 10 lanci

23 Ago 2021

F. Me.

Dopo due rinvii si è completato con successo il lancio dei nuovi 34 satelliti per la rete internet OneWeb. Il lancio è avvenuto con un razzo Soyuz alle 00:13 di
domenica 22 agosto dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakhstan. La costellazione di OneWeb sale adesso a 288 satelliti e si prepara entro fine anno a offrire servizi di connessione per utenti nelle regioni a nord del pianeta e tra un anno in tutto il
globo.

Dopo 2 rinvii di 24 ore, dovuti a non ben precisate questioni tecniche, si è conclusa la missione della Soyuz ST34, il nono lancio realizzato da Arianespace per la messa in orbita dei satelliti OneWeb, l’azienda con sede a Londra che punta a realizzare servizi di connessioni internet satellitari in tutto il pianeta in diretta concorrenza con Starlink di SpaceX.

Il razzo ha rilasciato i 34 nuovi satelliti, che si aggiungono ai 254 già lanciati, a circa 450 chilometri di altezza e nelle prossime settimane si sposteranno lentamente, spinti da motori a ioni, nell’orbita definitiva a 1.200 chilometri. “Ogni singola
missione è speciale – ha commentato Stéphane Israel, amministratore delegato di Arianespace – ma ST34 è la dimostrazione della nostra capacità, non importa quando o dove, di fornire il miglior servizio possibile. Abbiamo operato tre lanci di successo da due continenti in 23 giorni precisi con tre diversi lanciatori, Ariane 5, Vega e Soyuz”.

Il programma prevede ancora 10 lanci, il prossimo a settembre sempre da Baikonur, che dovrebbero concludersi a fine 2022. Già dai prossimi mesi OneWeb prevede di iniziare a erogare i primi servizi, ma solo per le regioni a nord del 50esimo parallelo
nord. Per arrivare a una copertura globale saranno invece necessari ancora diversi mesi, probabilmente a metà del 2022.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

O
OneWeb

Approfondimenti

I
internet

Articolo 1 di 5