Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

RICONOSCIMENTO VOCALE

Apple, Siri sotto accusa in Cina

La cinese Zhizhen Network Technology porta in tribunale l’azienda di Cupertino incolpandola di aver copiato un software di sua proprietà, usato per il noto sistema di riconoscimento vocale sugli iPhone

27 Mar 2013

L.M.

La Apple accusata di plagio in Cina. Il gigante informatico e l’azienda cinese che l’ha denunciata sono comparsi oggi, per la prima volta, davanti ad un tribunale di Shanghai. La cinese Zhizhen Network Technology sostiene che il colosso di Cupertino ha copiato il software usato per Siri, il sistema di riconoscimento vocale degli iPhone.

La Zhizhen afferma di aver sviluppato il software nel 2004, e di averlo usato per un suo prodotto chiamato “Xiao i Robot”, mentre Siri, che ha debuttato sull’iPhone S4, è stato immesso sul mercato nel 2007.

La “Grande Cina”, ovvero la Cina continentale più Hong Kong e Taiwan, è il secondo mercato della Apple dopo gli Stati Uniti. Le imprese cinesi, spesso sostenute dalla magistratura locale, non sono nuove alle denunce di questo tipo: la Apple è già stata condannata a pagare 60 milioni di dollari alla Shenzhen Proview Technology, che sostiene di aver sviluppato un prodotto simile all’iPad prima del gigante californiano, che poi l’avrebbe copiato. Prima del pronunciamento favorevole della magistratura cinese, la Proview Technology era sull’orlo del fallimento.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
apple
I
iPad
I
iPhone
S
Siri

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link