Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

ULTRA BROADBAND

Banda ultralarga, in Uk le “aree C e D” si coprono via satellite

Connessi in tempi record tre villaggi remoti del Somerset grazie all’Isp Satellite Internet. I trial sono finanziati dal governo per studiare tecnologie e modelli commerciali

11 Apr 2016

Patrizia Licata

Satellite Internet, società inglese specializzata nel fornire servizio di accesso a Internet tramite il satellite, ha connesso il terzo e ultimo villaggio rurale selezionato all’interno di un progetto finanziato dal governo per portare la banda ultralarga in zone remote del paese. Satellite Internet serve sia aziende che abitazioni nelle zone particolarmente difficili da raggiungere con la fibra ottica sia in Uk che in Eire ed è coinvolta in diversi programmi sostenuti da finanziamenti pubblici a livello regionale e nazionale che hanno l’obiettivo di superare il digital divide grazie alla tecnologia satellitare.

In questo caso si tratta di un programma del tipo Market Test Pilot (MTP) che porta servizi di banda larga avanzata in tre villaggi nel North Somerset, Luxborough e Simonsbath (connessi l’anno scorso) e ora Broomfield.

Satellite Internet ha lavorato a stretto contatto con Connecting Devon & Somerset, una partnership pubblico-privata per portare la banda larga nelle aree remote, Broomfield Parish Council e l’intera comunità locale e nell’arco di sole sette settimane ha connesso 24 edifici col satellite broadband garantendo velocità fino a 25Mbps.

“I tempi di realizzazione erano stretti ma eravamo sicuri di farcela e la collaborazione della comunità di Broomfield si è rivelata essenziale”, ha commentato David Hennell, Business Development Director di Satellite Internet. “L’efficacia di questa installazione e della rete di supporto offre un chiaro esempio della velocità e flessibilità con cui la tecnologia di banda larga basata su satellite può essere impiegata”, ha continuato Hennell. “Il satellite offre connettività veloce e affidabile a un’area prima non raggiunta dalla banda larga e dove i metodi tradizionali per la connettività non sono disponibili”.

I progetti MTP finanziati dal governo britannico fanno parte di un programma che prevede sei installazioni totali e che servirà a valutare le tecnologie e i modelli commerciali più adatti a portare la banda ultralarga nelle aree remote.

Il progetto di Satellite Internet usa un Satellite Distribution Node (SDN) e un Wi-Fi head-end installati in una sede centrale; la connessione di banda larga viene fornita agli utenti finali tramite una rete Fixed Access Wireless (FAW), mentre gli edifici che non possono essere raggiunti in modalità wireless vengono dotati di una parabola Direct-to-Home (DTH).

Le famiglie che si sono iscritte al trial nel North Somerset possono navigare a velocità prima non disponibili e questo ha già spinto oltre il 60% degli utenti nei due villaggi connessi nel 2015 a fare richiesta di abbonamento al servizio una volta terminato il periodo di prova.

Articolo 1 di 5