Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

IDC

Idc, brusca contrazione delle vendite dei tablet

Secondo le rilevazioni di Idc nel secondo trimestre 2013 le “tavolette” vendute sono state 45,1 milioni, il 9,7% in meno rispetto ai tre mesi precedenti. Tra i motivi l’assenza di nuovi prodotti e la frenata di big come Apple e Samsung

07 Ago 2013

L.M.

Le vendite di tablet in tutto il mondo sono scese del 9,7% dal primo al secondo trimestre 2013, arrivando a quota 45,1 milioni di unità: sono le stime di Idc, che sottolinea comunque come, rispetto all’anno precedente, siano aumentate del 59,6%.

Secondo la società di ricerca sull’ICT, il progressivo calo nelle vendite di quest’anno è dovuto al fatto che non è stato lanciato sul mercato nessun nuovo iPad e Apple ha venduto meno del previsto: 14,6 milioni di unità nel secondo trimestre rispetto ai 19,5 milioni del primo quarter. La quota di mercato della Mela è scesa, dal 60,3% del 2012 al 32,4% del 2013.

Anche le vendite di Samsung sono rallentate, passando dagli 8,6 milioni dei primi tre mesi del 2013 agli 8,1 milioni dei tre successivi. La sua quota di mercato è ora del 18%.

Simile andamento per Asus, che nel Q1 2013 ha venduto 2,6 milioni di tablet, per poi calare a 2 milioni nel Q2, arrivando dunque a coprire una quota di mercato del 4,5%.

Lenovo per la prima volta ha superato il milione di tablet venduti, per un totale di 1,5 milioni nel secondo trimester e una market share del 3,3%.

Segue a ruota Acer con 1,4 milioni di tablets e una quota di mercato del 3,1%.

Tra i sistemi operativi il leader è Android: il 62,6% dei tablet venduti nel secondo trimestre 2013 aveva questo OS, seguito da iOs di Apple (32,5%) e Windows (4,5%).

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link