Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Microsoft rileva Skype per 8,5 miliardi. Gartner: “E’ sfida a Facebook e Google”

Accordo fatto fra le due aziende: nasce la nuova Microsoft Skype Division presieduta da Tony Bates. I servizi Voip saranno integrati in Windows Phone. Ballmer: “Estenderemo la nostra comunità globale e daremo vita a un nuovo modo di comunicare”

10 Mag 2011

8,5 miliardi di dollari. Questa la cifra record che Microsoft ha
messo sul piatto per rilevare Skype. La notizia, anticipata
stamattina dal Wall Street Journal, è stata ufficializzata nel
primo pomeriggio attraverso una nota dell'azienda capitanata da
Steve Ballmer.

"Skype ha un posizionamento di brand fortissimo ed è
riconosciuto come un 'verbo' nel mondo del Voip",
commenta al Corriere delle Comunicazioni Leif-Olof Wallin, Research
Vice President di Gartner. "Microsoft è sempre più orientata
ai servizi consumer e la base utenti di Skype consentirà di
accrescere quella della community delle piattaforme Live di
Microsoft". "Facebook e Google avevano tentato
l'acquisizione della Voip company. Microsoft porta dunque a
caso un gran risultato soprattutto in termini di competizione nel
mercato dei servizi online. E l'integrazione del servizio Skype
in Windows Phone apre opportunità interessanti".

"Skype è un servizio fenomenale – commenta
l'amministratore delegato di Microsoft, Steve Ballmer – amato
da milioni di persone nel mondo". "Insieme creeremo delle
comunicazioni in tempo reale in modo che la gente potrà restare in
contatto con la famiglia, gli amici, i clienti e i colleghi, da
qualsiasi parte del mondo". In base ai termini
dell'accordo Skype diventerà una divisione di Microsoft. La
nuova Microsoft Skype Division sarà presieduta dal ceo della Voip
company Tony Bates che riporterà direttamente a Ballmer.

"Insieme – spiega Bates – saremo in grado di accelerare i
piani di Skype per estendere la nostra comunità globale e
introdurre nuovi modi di comunicare e collaborare".
L'acquisizione di Skype permetterà inoltre a Microsoft di
rafforzare la piattaforma di comunicazione Lync (che nel terzo
trimestre fiscale ha registrato una crescita del 30% delle
revenue)  nonché l'offerta di servizi online. L'azienda
capitanata da Steve Ballmer – che ha messo sul piatto la cifra più
alta nella storia delle sue acquisizioni dal 1975 – utilizzerà il
servizio Voip anche nel sistema operativo Windows Phone e ciò
potrebbe rappresentare la chiave per il decollo della soluzione a
svantaggio dei competitor. Inoltre portare a casa Skype rappresenta
decisamente un bel colpo nella battaglia contro Google nel mercato
dei servizi online.Il servizio Voip sarà inoltre integrato nella
Xbox e nella suite Kinect nonché nella piattaforma Outlook.

Ad oggi sono circa 170 milioni gli utenti che mensilmente
utilizzano i servizi di Skype – di cui il 10% paganti – il 40% in
più rispetto a un anno fa, per un totale di 207 miliardi di minuti
fra chiamate voce e video. La voip company creata nel 2003 fu
acquisita da eBay nel 2005 – l'azienda pagò 3,1 miliardi di
dollari – per poi passare nel 2009 sotto il controllo di un gruppo
di investitori a seguito di un'iniezione di 2 miliardi di
dollari (eBay detiene un terzo del pacchetto azionario).La società
ha chiuso il 2010 in perdita per 7 milioni di dollari a causa
soprattutto delle difficoltà legate alla pubblicità per i servizi
free. Ed ha un debito di 686 milioni di dollari che sarà
interamente "rilevato" da Microsoft. Ed è proprio sulla
questione dei numeri che alcuni analisti si sono detti scettici in
merito all'acquisizione definendo troppo alto il prezzo pagato
da Microsoft anche in considerazione del fallimento
dell'operazione eBay pochi anni fa.