Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Nokia, la ‘scoperta dell’America’ si fa con nuovi device

Il Ceo Kallaskuo ha annunciato la produzione di telefonini per il mercato Usa basti su giochi, social network e applicazioni location-based.

29 Mag 2009

Nokia punta a conquistare il mercato statunitense. E lo farà
lavorando a nuovi cellulari basati su applicazioni location-based,
giochi  e social network.
Ad annunciare la nuova strategia delle casa finlandese il Ceo
Olli-Pekka Kallasvuo, intervenendo al convegno di All Things
Digital che si è tenuto ieri a Carlsbad, in California. Nokia,
infatti, che vanta una quota del mercato globale di circa il 40%,
negli Stati Uniti non arriva nemmeno al 10%.
“Abbiamo in mente di produrre dispositivi specifici per il
mercato statunitense – ha precisato Kallasvuo -. Fino a tre anni fa
non avrei esitato a dire che il nostro maggiore concorrente fosse
Rim, oggi, invece, il panorama è cambiato: i nostri concorrenti
più “pericolosi” si chiamano anche Apple e Google. Dobbiamo
competere con Adroid e iPhone, una sfida che siamo pronti a
raccogliere”.

Una strategia, quella di Nokia, che cerca di parare  i colpi della
crisi globale del settore della telefonia mobile che, stando alle
previsioni, determinerà un calo di circa il 10% dei ricavi
dell’azienda.
Un primo passo, in questo senso, è già stato fatto: nei giorni
scorsi Nokia ha lanciato Ovi Store, il negozio online, che farà
concorrenza agli AppStore.