Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

NUOVI BUSINESS

Ntt Docomo investe sui droni super-smart: dati analizzati in real time

L’americana PrecisionHawk offre software e servizi per raccolta, analisi e condivisione delle informazioni oltre alla sicurezza dei voli. Tra gli investitori anche Verizon: le telco guardano con attenzione a nuovi rami di business con utilizzo dei piccoli velivoli

22 Apr 2016

Patrizia Licata

Ntt Docomo Ventures, la filiale di venture capital del colosso giapponese delle telecomunicazioni specializzata in investimenti in società in fase di incubazione e startup, ha realizzato un investimento nella società (nata in Canada, oggi con sede negli Usa) PrecisionHawk, fornitore di servizi di raccolta dati tramite i droni, di un sistema di analisi dei dati e di una piattaforma di sicurezza per droni. PrecisionHawk offre un servizio di business intelligence a clienti di svariati settori: agricoltura, energia e sfruttamento del sottosuolo, monitoraggio ambientale, assicurazioni, gestione delle emergenze.

PrecisionHawk ha sviluppato un suo drone, il Lancaster 5, e tutti gli strumenti necessari per il volo, inclusa una telecamera ad altissima precisione che cambia a seconda dell’oggetto di osservazione e un software che crea automaticamente il percorso e lo adatta grazie all’intelligenza artificiale. Ma il suo core business sono i servizi a valore aggiunto che offre ai clienti: la raccolta dei dati, il software per l’analisi immediata dei dati sul posto (Data Mapper), gli strumenti di elaborazione, analisi e condivisione tramite cloud.

L’azienda sviluppa e fornisce anche la piattaforma Latas (“Low-Altitude Traffic and Airspace Safety Platform”), che serve a incrementare la disponibilità di informazioni utili al volo aereo e a evitare collisioni nel volo dei droni. Il Ceo di PrecisionHawk Bob Young, ex Ceo di Red Hat, ha dichiarato che la startup aspira a diventare il fornitore numero uno di servizi di elaborazione dati e sicurezza per l’industria commerciale dei droni.

Attualmente PrecisionHawk sta participando al programma Pathfinder promosso dalla Federal Aviation Administration americana e al programma Unmanned aircraft system Traffic management promosso dalla Nasa; Ntt Docomo Ventures si aspetta che queste iniziative di PrecisionHawk diano un contributo alla creazione di nuovi rami di business per il gruppo Ntt e per Ntt Docomo che potranno avvalersi dei droni.

Anche la telco americana Verizon, tramite il suo ramo venture capital (Verizon Ventures) ha recentemente investito in PrecisionHawk; atri recenti investitori sono il gruppo delle assicurazioni americano Usaa (United Services Automobile Association) e la Yamaha Motor Ventures. Non sono stati al momento resi noti i dettagli sui singoli investimenti, ma il round C, di cui hanno fatto parte tra gli altri Verizon e Ntt Docomo, ha portato nelle casse di PrecisionHawk 18 milioni di dollari complessivamente.

Articolo 1 di 2