Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

I CONTI

Wind Tre: revenues a 4,1 miliardi. Riflettori sul 5G

Dopo altri operatori, anche il colosso cinese deve fare i conti con l’arrivo di Iliad. Ma il ceo Hedberg guarda al futuro con fiducia

29 Nov 2018

Mila Fiordalisi

Condirettore

Sostanzialmente in linea con le performance degli altri operatori, anche Wind Tre subisce l’arrivo, sul mercato italiano, di Iliad che, innescando un’agguerrita corsa al ribasso sui prezzi delle tariffe al cliente finale, ha determinato un inevitabile abbattimento delle revenues per tutte le telco operative nel mercato italiano.  Nonostante un mercato competitivo e che si riduce in valore, Wind Tre continua, però, ad avere un cash flow importante – circa 700 milioni di euro nei 9 mesi – e a fare ingenti investimenti che, al 30 settembre 2018, ammontano a circa 800 milioni di euro in rialzo rispetto allo stesso periodo del 2017.

In dettaglio, secondo quanto emerge da una nota di Ck Hutchison, Wind Tre ha chiuso i primi 9 mesi dell’anno con revenue per 4,1 miliardi (-11%) ed un Ebitda a 1,38 miliardi (-7%) inclusi i costi di integrazione, con un margin al 33,7% in crescita di 160bps (a pari perimetro) anno su anno.

A condizionare maggiormente i conti è stato, come accaduto anche agli altri operatori, il segmento mobile del terzo trimestre. Nel fisso, infatti,  anche Wind Tre aumenta la clientela broadband ( più 2% ) e vede crescere a un terzo i clienti broadband connesso in fibra ottica (sia Ftth che Fttc).

Dopo questi risultati, peraltro attesi, il ceo Jeffrey Hedberg confida sul futuro e in particolare sulla nuova sfida 5G. “Con il 5G abbiamo l’opportunità di reinventare l’industria italiana delle Tlc. La competizione si è fatta troppo agguerrita, le tariffe sono al minimo. Questo non è un modello sostenibile e sano: c’è bisogno di creare valore e di fidelizzare i clienti piuttosto che puntare sui volumi e sulle nuove acquisizioni”, aveva detto qualche giorno fa dal palco del 5G Summit di Zte all’Aquila.

Hedberg aveva inoltre acceso i riflettori sull’importanza dell’ecosistema: “Wind Tre sta costruendo modelli di business che trasformano gli operatori Tlc da fornitori di connettività a sviluppatori di ecosistemi e servizi smart per aziende e cittadini”. E ha annunciato che “già nel 2019 partiremo con un importante roll out della nuova rete 5G che si innesterà sull’attuale processo di consolidamento e di modernizzazione della nostra infrastruttura, che sta migliorando nettamente la customer experience dei nostri clienti consumer e business”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

J
jeffrey hedberg

Aziende

W
wind tre

Approfondimenti

C
conti wind tre

Articolo 1 di 5